20.6 C
Tollegno
lunedì, Maggio 23, 2022
apri un blog di viaggi da zero

Plugin di WordPress per il tuo blog di viaggi

Apri un blogPlugin di WordPress per il tuo blog di viaggi

I plugin di WordPress di cui (forse) non puoi fare a meno

E’ tempo di scegliere i plugin di WordPress per il tuo blog di viaggi. Ma cosa sono i plugin di WordPress?

Dopo avere scelto il miglior tema per il tuo blog di viaggi, aver scelto i colori, nome e logo, puoi avere l’esigenza di aggiungere alcune funzionalità al tuo blog di viaggi con WordPress.

Alcune di queste funzionalità probabilmente sono già integrate nel tema che hai scelto per il tuo blog di viaggi con WordPress, ma se così non fosse puoi usare dei piccoli programmi aggiuntivi che si chiamano appunti Plugin. 

Leggi anche: Aprire un blog di viaggi da zero

Tempo di lettura stimato: 14 minutes

Alcuni link in questo articolo possono essere sponsorizzati, ovvero, se comprate tramite il link a voi non costa nulla, ma mi viene riconosciuta una commissione. Inserisco i link solo se pertinenti e dopo averli verificati.

Dove si trovano i Plugin di WordPress e come installarli

Ci sono tanti posti dove poter cercare i plugin di WordPress più disparati. Ognuno produce il suo e lo pubblicizza come il migliore per giustificarne il costo, ma il primo posto dove cercare i plugin di WordPress per il tuo blog di viaggi è l’archivio di WordPress, dove tutti i plugin sono gratuiti, almeno nella versione “standard”

illustrazione per l'articolo plugin per il tuo blog di viaggi
Plugin per il tuo blog di viaggi illustrazione di Business vector created by vectorjuice – www.freepik.com

Archivio plugin di WordPress

Dalla barra laterale della tua bacheca scegli la voce “plugin” – “aggiungi nuovo”. Si aprirà una pagina che proporrà alcuni plugin fra i più popolari. 

In alto a destra c’è una ricerca per parola chiave. Poniamo il caso di cercare un plugin per ottimizzare la visibilità sui motori di ricerca (in termini tecnici SEO o Search Engine Optimization): Digita “SEO” nella casella e poi invio. Compariranno tutti i plugin dedicati a questa funzione, primo fra tutti Yoast SEO, che mi sento di consigliarti sia nella versione gratuita che in quella a pagamento, a seconda delle esigenze e delle disponibilità.

Clicca prima su “installa” e poi su “attiva” ed il plugin di WordPress è pronto, con qualche configurazione aggiuntiva da sistemare per adattarlo alle tue esigenze.

Come aggiungere plugin dall'archivio di WordPress
Come aggiungere plugin dall’archivio di WordPress

CodeCanyon

Un altro luogo dove cercare plugin per il tuo blog di viaggi con WordPress è il marketplace di Envato: CodeCanyon. Alcuni dei plugin più popolari si trovano appunto qui, il mercato per eccellenza. Ovviamente in questo sito non c’è nulla di gratuito, ma si può trovare praticamente tutto. CodeCanyon non offre versioni di prova, ma in alcuni casi, se proprio il plugin non dovesse funzionare, puoi chiedere un rimborso. In ogni caso meglio informarsi bene prima.

L'archivio dei plugin di CodeCanyon
L’archivio dei plugin di CodeCanyon

Esistono altri luoghi dove puoi trovare altri plugin, ma ritengo che quelli elencati siano i principali.

Come scegliere un plugin per il blog di viaggi su WordPress

Alcuni plugin offrono una versione gratuita ed una “premium” o “PRO”: prima di comprare valuta sempre se trovi un plugin gratuito, ce ne sono spesso di molto ben congegnati e popolari.

Proprio la popolarità di un plugin è un ottimo criterio di scelta, per garantirsi assistenza nel tempo, aggiornamenti e anche una base di conoscenza sul sito del produttore e sui vari forum di assistenza, nel caso di problemi.

Archivio di WordPress

Nel caso dell’archivio di WordPress, in basso a sinistra, nella casella di ciascun plugin, trovi il numero di installazioni attive, da prendere sempre in considerazione prima di installare il plugin. Plugin per esigenze comuni con meno di 10.000 installazioni, se non sono relativamente nuovi, probabilmente non sono così ben congegnati o coprono esigenze specifiche solo a pagamento. 

Attenzione alla data di aggiornamento!

Cliccando sul nome del plugin di WordPress si apre una finestra, dove puoi visualizzare la guida all’installazione, alcuni screenshot, le FAQ, le recensioni e altre informazioni importanti, fra cui:

  • Changelog, l’elenco dei cambiamenti avvenuti negli anni e relativa data
  • Data dell’ultimo aggiornamento
  • Compatibilità con la versione di WordPress
  • Requisiti minimi

Il tutto da verificare sempre prima di prendere una decisione.

I plugin possono essere cancellati, ma lasciano spesso qualche piccolo strascico di spazzatura nel sito, meglio installare solo quelli che servono veramente, se poi devi cancellarli non è una tragedia.

CodeCanyon

Per i plugin che trovi su CodeCanyon valgono le stesse raccomandazioni già elencate per l’archivio di WordPress.

Una volta collegat* al sito, in alto a destra trovi un box di ricerca. Digita la parola chiave, per esempio “gallery” e invio.

In questo caso è possibile attivare dei filtri dalla barra laterale sinistra, alcuni vivamente consigliati:

  • Sales: solo “top sellers”
  • Software version: da impostare alla versione attuale o almeno a quella precedente di WordPress

Una volta filtrato l’elenco verifica in ciascuna casella:

  • Prezzo
  • Data dell’ultimo aggiornamento
  • Numero di vendite

Cliccando sulla casella verranno poi fornite ulteriori informazioni e quasi sempre una demo del plugin.

Ora, dopo esserti registrato ed aver pagato il plugin, devi scaricare il pacchetto sul tuo PC e caricare su WordPress il file .zip che contiene il programma.

Prova l’hosting di SiteGround, se non sai come scegliere l’hosting leggi Hosting WordPress per il tuo blog di viaggi

Installare il plugin in formato .zip

Nella pagina di CodeCanyon passa il mouse sul tuo nome utente in alto a destra e si apre un menu contestuale. Clicca si “downloads” e vedi tutti i tuoi acquisti.

Puoi scaricare il plugin di WordPress cliccando sul bottone “download” e scegliendo “installable WordPress file only”. In alternativa puoi scaricare l’intero pacchetto con i file e la documentazione, ma dovrai essere in grado di individuare il pacchetto da caricare su WordPress. Perciò ti consiglio di scaricare entrambi, così avrai tutto insieme in un pacchetto ed il solo file installabile in un altro

Dalla barra laterale del tuo blog di viaggi scegli “plugin” – “aggiungi nuovo” e clicca sul pulsante “aggiungi plugin” accanto al titolo, in alto nella pagina. Si aprirà una finestra di dialogo “Se hai un plugin in formato .zip, puoi installarlo o aggiornarlo caricandolo qui.” Scegli il file dal tuo computer, carica e attiva. Configura il plugin ed è fatta!

Questa procedura è valida anche per i plugin dell’archivio di WordPress o quelli di terze parti in formato .zip

Aggiungi plugin di WordPress in formato zip
Aggiungi plugin di WordPress in formato zip

Avvertenze prima di installare un plugin  di WordPress

Alcune delle funzionalità essenziali sono comuni a tutti i siti ed a tutti i blog di WordPress, mentre altri sono più specifici per il mondo dei viaggi. Prima di installare un qualsiasi plugin occorre prendere in considerazione alcuni fattori.

Troppi plugin rallentano il tuo sito. Pres* dall’entusiasmo potrebbe venirti l’idea di aggiungere fronzoli ed accessori che obiettivamente sono inutili e potrebbero distrarre dall’obiettivo primario che è quello di proporre ai lettori le tue storie.

Alcuni potrebbero entrare in conflitto con il tuo tema e renderlo inutilizzabile.

Per questo prima di installare il plugin è meglio fare un backup e dopo averlo installato è d’obbligo controllare se tutto funziona (sia sul fisso che sul mobile).

Controlla anche che il plugin non abbia rallentato il sito, cosa che ai tuoi lettori non piacerà sicuramente! 

I plugin di WordPress per il tuo blog di viaggi che consiglio

Con la premessa che se puoi fare a meno di un plugin è meglio, ecco qui di seguito alcuni plugin che puoi utilizzare per il tuo blog di viaggi. Consiglio di non installarli tutti insieme, ma uno alla volta, testare il sito per qualche giorno e poi passare al successivo.

In ogni caso la prima domanda da porsi è: mi serve davvero? I plugin qui di seguito sono in gran parte gratuiti, quando non lo sono c’è scritto. Non sono tutti indispensabili e l’elenco non è esaustivo, ma non consiglio plugin che non ho mai provato.

  • Akismet Anti Spam è il primo plugin che viene proposto da WordPress: per i commenti. Se non attivi i commenti non serve e sappi che un po’ rallenta il sito. Io non lo uso, ma è utile.
  • Cookie and Consent Solution for the GDPR & e Privacy di Iubenda per la gestione del consenso ai Cookies. Fa quasi tutto da solo ed è gratuito, con alcune funzioni “PRO” a pagamento. Prima devi registrarti sul sito di Iubenda e generare una cookie policy (anche gratuita, ma limitata)
  • Contact Form 7 di Takayuki Miyoshi, il più famoso e più usato plugin di WordPress per i moduli di contatto. Non esattamente user friendly, ma completo e gratuito. Io lo uso con ReCaptcha v2 for Contact Form 7 di IQComputing per evitare gli SpamBot. Uso anche Redirection for Contact Form 7 di Qube One per reindirizzare gli utenti ad una pagina di ringraziamento dopo l’invio del messaggio.
  • Meow Gallery di Jordy Meow e Thomas Kim, per rendere più belle le gallerie fotografiche. Sovrascrive la galleria di default di WordPress senza ulteriori interventi e se lo disattivate le gallerie ritornano standard. Altre gallerie richiedono interventi macchinosi o shortcode e sono difficilmente eliminabili Lo uso con Meow LightBox per visualizzare le immagini con un click. Esistono una versione gratuita ed una professionale a 19 $
  • JIG o Justified Image Grid di Firsh  fa più o meno le stesse cose ed equivale in sostanza alla versione a pagamento di Meow, con qualche funzionalità aggiuntiva in tema di personalizzazione. Anche questo plugin sovrascrive la galleria di default di WordPress senza ulteriori interventi e se lo disattivate le gallerie ritornano standard. L’ho usata ed ha sempre funzionato bene, ma col mio tema trovo più semplice Meow. Costa 27 $ su CodeCanyon, ma vale la spesa (aggiornamenti a vita).
  • Redirection di John Godley, nel caso cancellassi alcune pagine o post è possibile creare un reindirizzamento ad una pagina esistente (utile per SEO). Gratuito.
  • Asset CleanUp: Page Speed Booster di Gabe Livan. Consente di disattivare in maniera selettiva da alcune pagine, post o categorie, alcuni plugin o script al fine di velocizzare il caricamento della pagina. Da usare con attenzione. Gratuito con una versione PRO (io utilizzo quella gratuita)
  • Liker di Merkulove consente ai lettori di esprimere un giudizio sui vostri post o pagine e riporta il rating nelle pagine della ricerca di Google. Non è indispensabile, ma mi piace anche se un po’ lento sulla versione mobile (io l’ho disattivato sui cellulari).  20 $ su CodeCanyon
  • ShortPixel Adaptive Images di ShortPixel per la gestione delle immagini. Ridimensiona e riduce il peso delle immagini per un caricamento più veloce. Il mio preferito ed il più ecomonico. Gratuito per un numero limitato di immagini, poi a pagamento. In alternativa puoi ottimizzare le immagini prima di caricarle e ottimizzarle con un programma come ImagOptim, ma ne parlo in maniera approfondita in un altro articolo.
  • SiteGround Security di SiteGround. Offerto di default con l’hosting di SiteGround, questo plugin di WordPress è disponibile gratuitamente per tutti. Suite semplice e completa per la gestione della sicurezza del sito. In alternativa potete usare WordFence, forse migliore, ma meno user-friendly. Gratuito.
  • WordPress Fastest Cache di Emre Vona. Un plugin per la cache è quasi obbligatorio. Questi plugin memorizzano le vostre pagine in file di pronto accesso per evitare di dover ogni volta far lavorare il server per la generazione dei contenuti. Il sito in questo modo carica prima. Ce ne sono per tutti i gusti e per ogni tasca. Ne ho provati tanti e questo per me funziona bene. Se usate uno di questi plugin controllate che il sito funzioni bene ogni volta che attivate una caratteristica. Con un po’ di pazienza e di pratica troverete la configurazione ottimale. Gratuito con una versione a pagamento, io utilizzo quella gratuita.
  • Yoast SEO e Yoast SEO Premium di Team Yoast. “IL” plugin per la SEO. Da installare assolutamente almeno nella versione gratuita, per dare una marcia in più al vostro sito sui motori di ricerca. Utilizzo la versione a pagamento, ma puoi cominciare con quella gratuita.

Altri plugin di WordPress da considerare

Ci sono alti plugin che ho provato e che a mio avviso puoi prendere in considerazione per il tuo blog di viaggi.

Link Whisper genera in modo automatico i link interni del tuo sito per collegare meglio la struttura. Suggerisce i post che hanno meno collegamenti interni ed è completamente personalizzabile. Io per questo uso Yoast SEO Premium, che suggerisce i link, ma non automatizza. Costa 77 $, ma ne esiste anche una versione gratuita nell’archivio di WordPress. In alternativa puoi usare Internal Link Juicer di Internal Link Juicer(!), gratuito nell’archivio di WordPress, con la possibilità di una versione PRO a 69,99 $.

Plugin per creare un indice automatico

Creare un indice della pagina può aiutare o infastidire i lettori. Io propendo per la prima ipotesi. Puoi farlo autonomamente, come ho fatto all’inizio della mia esperienza con questo blog di viaggi, oppure usare TOC Table of Content Plus di Michael Tran. Semplice, configurabile, compatibile e gratuito nell’archivio di WordPress. Io uso un blocco incluso in Yoast SEO Premium, ma prima usavo TOC e va benissimo. Gratuito sull’archivio di WordPress.

Plugin per condividere gli articoli automaticamente sui social

Non sto parlando dei pulsanti di condivisione, uso quelli del mio tema, non saprei altrimenti quale scegliere. Questi plugin condividono automaticamente i tuoi post su varie piattaforme, per risparmiarti tempo. Ne esistono diversi, uno di quelli che sono da più tempo sul mercato è SNAP Social Network Auto Poster di NextScripts (il nome è imitato da almeno 3 concorrenti). Gratuito sull’archivio di WordPress, disponibile una versione PRO a 49 $.

Un’alternativa, non gratuita – per essere chiari – è rappresentata da Social Auto Poster, che trovi su CodeCanyon. Puoi condividere automaticamente le tue pagine ed i tuoi post, compresi quelli personalizzati su tutte le principali piattaforme social media (Facebook, Twitter, LinkedIn, Tumblr, BufferApp, YouTube, Google My Business, Reddit, Telegram, Medium, WordPress e Pinterest). Devi solo configurarlo ed in seguito il plugin gestirà tutto per te. Questo permette di migliorare la SEO del tuo sito ricevendo più backlink dai social network. La configurazione è complicata e farraginosa, ma per qualsiasi problema il team di WPWebElite è a disposizione per assisterti. Io ho avuto un problema con Telegram e devo ammattere che la causa era dovuta al fatto che non avevo seguito alla lettera le istruzioni.

L’assistenza mi ha aiutato anche in questo con pazienza..

Un’ultima raccomandazione: prima di installare un plugin, vedi se il tuo tema ha già questa funzione, il mio ne ha un sacco: NewsPaper di TagDiv.

Ciao!

Iscriviti agli aggiornamenti

Notizie sugli articoli una volta al mese, qualche occasionale invio di notizie speciali e - prometto - niente spam.

Ovviamente il tuo indirizzo non sarà ceduto ad altri per iniziative di marketing.
La mailing list è gestita da MailerLite, il link per cancellarsi è presente in ogni invio

Ti piace l'articolo?

SCOPRI COS'ALTRO PUOI FARE

Leggi tutti gli articoli che ti aiutano ad aprire un blog di viaggi da zero.

Scopri come acquistare uno spazio dove ospitare il tuo sito e come muovere i primi passi con WordPress.

Pian piano ti accompagno in questo fantastico mondo, ogni mese guide trucchi e consigli.

Se invece stai programmando un viaggio controlla cosa mettere in valigia: la lista da stampare per il viaggio perfetto. Puoi anche stamparla e compilarla offline! Puoi anche provare la nuova lista di viaggio interattiva, veloce e personalizzabile con il tuo stile.

Arrivederci presto!

Max
Maxhttps://www.massimobasso.com
Massimo Basso le mie passioni sono stare all'aria aperta, viaggiare, scoprire luoghi nuovi, conoscere persone ed abitudini, osservare la Natura e, quando posso, fare qualche bella fotografia. Le foto (se riportano la mia firma) sono mie e non sono riproducibili senza consenso.

Da Leggere