Il San Valentino Cinese e la festa della notte dei sette qixi

Il San Valentino Cinese viene celebrato il settimo giorno del settimo mese lunare, in Cina viene chiamato la festa della notte dei sette o festa di Qixi ed ha una tradizione millenaria legata alla congiunzione celeste delle stelle Altair e Vega.

qixi la festa del doppio sette o san valentino cinese congiunzione fra Altair e Vega

Illustrazione disegnata da Ruan120 su LovePik.com

La giornata delle ragazze

La festa in passato era dedicata alle ragazze. Durante questa celebrazione le giovani ragazze pregavano per il proprio futuro e per acquisire una buona abilità nei lavori legati all’economia domestica, soprattutto nel ricamo e nel cucito, tutti veicoli per un buon matrimonio.

Per questo motivo la festa di Qixi è anche detta la Giornata delle Ragazze e durante questa festa la tradizione vuole  le giovani donne ofrrano i loro ricami, fiori e frutti alle stelle di Altair e Vega.

La festa ovviamente oltre che in Cina viene celebrata in altri paesi dell’Asia Orientale, in genere quelli che adottano il calendario cinese. L’equivalente giapponese è la festa di Tanabata

Origine astrale della festa di Qixi

L’origine astrale della festa del doppio sette è la congiunzione che avviene nel cielo ogni anno fra le stelle Altair e Vega il settimo giorno del settimo mese lunare.

Solo per curiosità Vega, Altair e Deneb sono tra le stelle più luminose del nostro cielo, insieme formano quello che è definito il triangolo estivo.

Vega la stella più luminosa della costellazione della Lira, è la seconda più luminosa fra quelle visibili nell’emisfero boreale.

Altair è la dodicesima stella più luminosa del cielo ed è visibile in entrambi gli emisferi da giugno a novembre. Potete cercarla nella sezione nord-orientale della costellazione dell’Aquila vicino alla Via Lattea boreale.

Riunione di Zhinü e Niulang - Altair e Vega - Dipinto nel corridoio del Palazzo d'Estate a Pechino

Riunione di Zhinü e Niulang. Dipinto presso il lungo corridoio del Palazzo d’Estate a Pechino shizhao (talk)拍摄,画者不明, Pubblico Dominio, via Wikimedia Commons

Leggenda della Festa di Qixi o San Valentino cinese

La leggenda che risale alla Dinastia Zhou occidentale (1046 a.C. – 771 a.C.) racconta la storia di Niu Lang (un pastore, che viene identificato con la stella Altair) e di Zhi Nu (una ragazza che lavorava come tessitrice, che viene identificata con la stella Vega).

La leggenda ha diverse declinazioni, ma i personaggi rimangono gli stessi ed uguale il senso.

Niu Lang  era orfano e viveva con il fratello e la cognata, ma i parenti lo trattavano male e lo facevano sentire indesiderato. Nella sua solitudine l’unico a fargli da amico era un vecchio bue.

Niu Lang ed il bue il settimo giorno del settimo mese

Un giorno il Bue vedendolo così triste decise di aiutarlo e gli disse che il giorno successivo sarebbe stato il settimo giorno del settimo mese, il giorno nel quale sette fate – le figlie della Regina del Paradiso – sarebbero discese come ogni anno sulla terra per fare il bagno nel fiume.

Il bue gli disse che se avesse agito con astuzia avrebbe potuto far sì che Zhi Nu, la più giovane delle fate diventasse sua sposa.

Il giorno dopo, su consiglio del bue Niu Lang andò al fiume, aspettò che le fate facessero il bagno e rubò i vestiti di Zhi Nu. Quando fu l’ora di uscire dall’acqua e di andare a casa, Zhi Nu si accorse di non avere più i vestiti e per vergogna rimase nel fiume mentre le sue sorelle se ne andavano.

L’incontro con Zhi Nu

Al quel punto Niu Lang si fece avanti e le disse che aveva rubato i vestiti per avere una scusa per conoscerla e che glieli avrebbe ridati se avesse acconsentito a diventare sua sposa.

La ragazza accettò ed i due si innamorarono, si sposarono e vissero felici per un po’ di tempo, mettendo al mondo due figli, un bimbo ed una bimba.

Dopo poco tempo il bue morì, ma prima di morire disse a Niu Lang di seppellirlo sulla collina e di conciare la sua pelle per indossarla nel caso ne avesse avuto bisogno di aiuto, perché era una pelle magica.

Zhi Nu e Niu Lang vengono separati

Nel frattempo la dea Madre di Zhi Nu tramava alle loro spalle. Ella non era contenta del matrimonio matrimonio terreno della figlia, tanto che un giorno la fece rapire e la costrinse a tornare nel suo paradiso.

Saputo dell’accaduto Niu Lang si mise sulle sue tracce con i figli, indossò la pelle magica e prese la via del cielo.  Mentre stava per raggiungere l’amata consorte, la vecchia dea fece un incantesimo creando un fiume di stelle per separare i due amanti.

Il ponte di gazze

Le gazze, che avevano assistito alla scena allora si riunirono e volarono in cielo per aiutare i due amanti, si unirono e crearono un ponte attraverso il fiume che consentì ai due amanti di incontrarsi ancora una volta.

La Regina Madre, visto il grande amore che univa sua figlia al pastore, concesse allora che ogni anno, il settimo giorno del settimo mese le gazze formassero un nuovo ponte per riunire i due amanti almeno per un giorno.

Donne al festival del doppio sette o qixi il san valentino cinese

Donne durante la tradizionale Festa delle Ragazze. Altro nome della festa del doppio sette o Qixi. Pubblico dominio, via Wikimedia Commons

Storia

L’origine della festa al periodo delle Primavere e degli Autunni (770 – 476 aC), e cominciò con l’osservazione del cielo e la congiunzione di Altair e Vega. Solo in seguito la festa fu collegata alla storia del pastore e della ragazza tessitrice, e divenne la festa delle ragazze.

Origine del nome doppio sette per il San Valentino cinese

Per capire l’origine del nome occorre un piccolo passo indietro. I mesi in lingua cinese non hanno un nome proprio come in molte altre lingue, ma sono semplicemente numerati. O meglio, il nome proprio del mese è il numero. Ad esempio aprile si traduce come “quattro mese” o mese quattro e così pure gli altri mesi. Luglio è il “mese sette”, quindi il sette luglio nella lingua cinese è “mese sette giorno sette” (sempre prima il mese).

In questa ricorrenza non si fa riferimento al luglio gregoriano ma al settimo mese del calendario lunisolare tradizionale.

Perché il numero sette per la festa di Qixi

La ricorrenza del numero sette sta anche alla base del nome cinese della festività cioè Festa della settima sera, da 七 “sette”, 夕 “sera”. Il numero sette non è una scelta casuale, nella numerologia cinese infatti ogni cifra ha un significato ed il sette è considerato un numero fortunato per i sentimenti.

La festa oggi

Nonostante oggigiorno sia molto popolare festeggiare il giorno di San Valentino il 14 febbraio, la festa tradizionale sopravvive nella tradizione e viene anche sfruttata come uno spunto commerciale.

Parecchi brand sfruttano infatti la data per lanci commerciali mirati.

Ad esempio nel 2020 Lancôme ha lanciato un rossetto limited edition, Dior ha lanciato una collezione Dior Amour e anche il brand del lusso Bulgari ha prodotto edizioni limitate per l’evento.

Sono pronto a scommettere che presto verrà celebrato anche in Italia, quindi meglio sapere di cosa si tratta, no?

qixi doppio settimo san valentino cinese

Alcune immagini di edizioni limitate per la festa di Qixi

Date della festa del doppio sette

La festa di San Valentino Cinese Qixi cade il settimo giorno del settimo mese del calendario lunare cinese.

Ecco le date corrispondenti nel calendario gregoriano per i prossimi anni

  • 2021 il 14 agosto
  • 2022 il 4 agosto
  • 2023 il 22 agosto
  • 2024 il 10 agosto

Per saperne di più

In questa pagina sono raccolti gli articoli sulla Cina, comincia dalle curiosità sul Capodanno Cinese!

Se ti piace l’oriente ruba qualche idea sul Giappone scoprendo costi, curiosità e notizie utili per il tuo viaggio o le particolarità degli hotels in Giappone.

Cerca ispirazioni sull’Indonesia nel viaggio in Sulawesi Indonesia o lasciati incantare dal Santone della Roccia Sacra in Sulawesi.

Se invece cerchi altro puoi dare uno sguardo agli ultimi articoli pubblicati o scegliere fra gli argomenti presenti a fondo pagina.

Visita questi luoghi rispettandoli e se stai partendo non dimenticare nulla: consulta e scarica la mia lista delle cose da mettere in valigia, un piccolo promemoria con qualche consiglio.

Grazie e alla prossima!