1.4 C
Tollegno
domenica, Novembre 28, 2021
spot_img

Fabbrica di fiammiferi in Congo

AfricaFabbrica di fiammiferi in Congo

Fabbrica di fiammiferi in Repubblica Democratica del Congo

Mai mi sarei aspettato di visitare una fabbrica di fiammiferi in Repubblica Democratica del Congo, ma ne ho avuto l’occasione mentre ero in Africa per un’esperienza di volontariato alla  fondazione Pediatrica di Kimbondo.  Se volete potete vedere alcuni articoli su Kimbondo in questa pagina.

La fabbrica di fiammiferi in Repubblica Democratica del Congo

Visita casuale alla fabbrica di fiammiferi Papillon

Durante la mia permanenza mi è capitato spesso di uscire e girare la capitale per accompagnare altri volontari o per fare qualche lavoro.  Una delle esperienze più incredibili, insieme alla visita ai vari mercati, è stata proprio quella di visitare la fabbrica dei fiammiferi Papillon.

Questa officina è di proprietà di un conoscente e qui arrivano i tronchi direttamente dalla foresta che passaggio dopo passaggio vengono trasformati nei piccoli stecchini con la testa rossa che tutti conosciamo.

Se vogliamo vederla in ottica naturalistica è un vero peccato vedere tronchi di dimensioni che nel nostro paese definiremmo gigantesche finire sotto forma di stecchini, ma si tratta di sopravvivenza e qui non si va tanto per il sottile. E’ vero che chi guadagna poi non sono le persone del luogo, ma questa fabbrica offre un posto di lavoro a molte persone.

La fabbrica di fiammiferi in Repubblica Democratica del Congo

Tecnologie innovative per il paese

La particolarità di questi fiammiferi rispetto alla concorrenza è che si accendono in tutte le condizioni. I supporti sono trattati per non assorbire l’umidità, in un paese dove questo aspetto non è di secondaria importanza.

Le cose che i hanno colpito all’interno della fabbrica sono state parecchie. Prima di tutto l’aspetto che balza agli occhi è la totale rilassatezza che si vive all’interno della struttura. I lavoratori sono  sorridenti e cordiali, in uno standard occidentale li definiremmo sciallati, ma non siamo in Italia e qui i ritmi di lavoro sono diversi.

Uno sguardo alla sicurezza

L’aspetto della sicurezza farebbe rabbrividire qualsiasi responsabile in Italia, ma che in questo paese è uno standard. (anche questo argomento andrebbe approfondito, ma non è questo il luogo).

- Advertisement -

Di questa esperienza ho conservato alcune immagini, parecchie scattate con il telefono, ma che rendono bene l’idea del processo. Bellissimo il passaggio durante il quale i bastoncini vengono incappucciati dallo zolfo, anche se purtroppo il video che avevo girato è andato perso (!).

La fabbrica di fiammiferi in Repubblica Democratica del Congo

Tanti soldatini

La fabbrica dei fiammiferi in Repubblica Democratica del CongoCome tanti soldatini i fiammiferi preparati escono e sono pronti per essere inscatolati. Dopodiché c’è chi si preoccupa di allineare le scatole e di prepararle per la spedizione. Questa marca di fiammiferi è una delle più diffuse nel paese e tutta la produzione è concentrata in questo luogo.

Ecco qui il prodotto finito, con gli operai orgogliosi di quello che hanno prodotto. Le scatole arrivano in tutto il Congo. Spero di trovare ancora le immagini del mercato, per un altro articolo. Ciao, alla prossima!

Per saperne di più sull'Africa

I miei viaggi in questi luoghi sono raccolti nella pagina degli articoli sull’Africa. Se vuoi un’idea per una prima avventura africana leggi l’articolo sul Parco Nazionale Kruger, Sudafrica, puoi anche curiosare tra gli ultimi articoli pubblicati oppure scegliere dagli argomenti a fondo pagina.

Altrimenti puoi cominciare la tua ricerca da qui:
Maxhttps://www.massimobasso.com
Massimo Basso le mie passioni sono stare all'aria aperta, viaggiare, scoprire luoghi nuovi, conoscere persone ed abitudini, osservare la Natura e, quando posso, fare qualche bella fotografia. Le foto (se riportano la mia firma) sono mie e non sono riproducibili senza consenso.

Da Leggere