Primati in Uganda

Durante il recente viaggio alla ricerca dei primati in Uganda sono rimasto sorpreso da quante specie è possibile osservare in un solo viaggio.

Infatti ne esistono di molte specie, qui di seguito un po’ di fotografie e qualche informazione, tratta per lo più da siti informativi.

Cercopiteco verde

primati in uganda

Cercopiteco Verde (Chlorocebus pygerythrus)

Il primo è il Cercopiteco Verde. La lunghezza del corpo è tra 40 e 60 cm, mentre la coda può arrivare a 70 cm; il peso varia tra 4 e 6 kg; come per le altre specie del genere i maschi sono più grandi delle femmine. Il colore del corpo è grigioverde sul lato dorsale e quasi bianco su quello ventrale, le estremità degli arti sono nere; anche il muso è nero e sulla fronte è ben visibile la striscia bianca caratteristica del genere; inoltre anche le guance sono chiare. I maschi, come nelle altre specie congeneri, presentano una caratteristica colorazione bluastra dello scroto che contrasta con il colore rosso vivo del pene. L’attività è diurna e si svolge sia al suolo sia sugli alberi, dove si rifugia per il riposo notturno. Forma gruppi numerosi costituiti da alcuni maschi, un maggior numero di femmine e piccoli, per un totale che può arrivare a 50 individui. La dieta è varia e comprende soprattutto frutta, ma anche altri vegetali, insetti e altri piccoli animali.

Scimpanzé

Gli scimpanzé sono mediamente alti dagli 80 ai 130 cm sulle quattro zampe e pesano 35-45 kg le femmine e 45-65 kg i maschi. I maschi sono più grossi delle femmine, e quando si alzano sulle zampe posteriori raggiungono anche i 160 cm di altezza, mentre le seconde in genere non superano i 130. La colorazione del pelo è di solito molto scura e tendente al nero. Vivono in branchi più o meno numerosi, composti di maschi, femmine e cuccioli. A guidarli sono di solito i maschi. Una delle attività più curiose del branco è quella dello “spulciamento” reciproco (il “grooming”), che è un’importante fattore di aggregazione sociale. Gli scimpanzé sono per lo più vegetariani ma non disdegnano la carne, che si procurano anche cacciando altre scimmie. Sono animali prevalentemente arboricoli. Passano comunque molto tempo anche a terra, e di solito usano costruirsi un nido fra i rami per la notte.

Clic per ingrandire - Alcune foto sono in vendita su Adobe Stock

Guereza

Primati in Uganda - Guereza nel Parco di Bwindi

Guereza nel Parco di Bwindi

Guereza. o colobus guereza. La lunghezza del corpo è tra 50 e 67 cm, quella della coda tra 52 e 90 cm, il peso tra 7 e 14 kg; i maschi sono nettamente più grandi delle femmine. Il colore nero contrasta con il bianco che incornicia il muso (grigio e glabro) e caratterizza il lungo mantello ai lati del dorso e l’estremità della coda. Come negli altri colobi i pollici sono quasi del tutto assenti.

Cercopiteco di L’hoest

Primati in Uganda Cercopiteco di L'hoest nel parco di Bwindi

Cercopiteco di L’hoest nel parco di Bwindi

Cercopiteco di L’hoest. La lunghezza del corpo varia tra 35 e 65 cm, quella della coda tra 50 e 100 cm. Il peso medio è 6,5 kg per i maschi e 4 kg per le femmine. Il pelo è corto e di colore marrone chiaro sul dorso e quasi nero sul resto del corpo, tranne la caratteristica barba bianca che dà il nome alla specie, che si estende dai lati della testa al collo e alla parte superiore del petto. L’areale è compreso nella Repubblica democratica del Congo, Ruanda, Burundi e Uganda occidentale. Vive in diversi tipi di foreste, ma sempre al di sopra di una certa altitudine. L’altitudine minima è stata stimata in modo variabile da diversi autori, da 600 a 900 metri. L’attività è diurna e si svolge principalmente al suolo, ma la notte si rifugiano sugli alberi. Vive in gruppi costituiti da un solo maschio adulto, più femmine e piccoli, per un totale da 9 a 25 individui. La dieta è costituita essenzialmente da vegetali, ma occasionalmente può includere uova e piccoli animali. L’accoppiamento è stagionale e la femmina, dopo una gestazione di circa cinque mesi mette alla luce in genere un solo piccolo. La longevità osservata in cattività è stata anche superiore a 30 anni.

Gorilla di montagna

I gorilla di montagna del parco di Bwindi in Uganda

Gorilla di montagna nel parco di Bwindi

Gorilla di montagna: L’altezza media dei maschi adulti si aggira intorno ai 160-170 cm, e il peso intorno ai 140-180 kg. Le femmine adulte sono spesso di metà stazza rispetto a un “silverback”: la loro altezza si aggira intorno ai 140 cm, e il peso tra i 70 ed i 100 kg. Eccezionalmente, è stato individuato un silverback di oltre 183 cm e 204.5 kg di peso. Talvolta in cattività i maschi adulti possono raggiungere una massa eccessiva, come nel caso di un gorilla obeso che ha registrato un peso pari a 270 kg. I gorilla sono animali sociali, che vivono in branchi composti in media da una decina di esemplari. A capo del gruppo vi è di solito un possente maschio “silverback” cioè dalla schiena d’argento, che guida il branco nei suoi spostamenti attraverso la foresta e difende gli altri membri del gruppo da eventuali attacchi. La locomozione è in genere quadrupede e avviene poggiando a terra le nocche degli arti anteriori. La longevità è compresa tra 30 e 40 anni. I Gorilla sono erbivori, anche se quelli di montagna occasionalmente ingoiano formiche. La loro dieta comprende foglie, germogli e steli di bambù, sedano selvatico, ortiche, cardi, frutti, radici, cortecce tenere e funghi.

Potete vedere più immagini sul gorilla nell’articolo dedicato ai I gorilla di montagna del parco di Bwindi in Uganda. Altri articoli su argomenti simili: Gorilla a Bai Hokou nella foresta in Repubblica Centrafricana e Gli Orangutan di Sumatra nella giungla di Bukit Lawang 

Cercopiteco Nasobianco del Congo

Cercopiteco Nasobianco del Congo

Cercopiteco Nasobianco del Congo

Cercopiteco Nasobianco del Congo. Ha la faccia nera con basette bianche, una macchia biancastra sul naso e del blu attorno agli occhi. Il corpo è marrone, gli arti grigio-bluastri. L’estremità della coda è rossa sul lato inferiore. La lunghezza del corpo varia tra i 40 e 60 cm, il peso tra 3 e 6 kg. Vivono in zone dell’Africa centrale e meridionale, dall’Africa centrale all’Uganda e allo Zambia. L’habitat è costituito soprattutto dalla foresta pluviale tropicale, ma possono vivere anche in altre foreste. Vivono in gruppi di 11-14 individui formati da un maschio adulto, diverse femmine e piccoli. Conducono vita arboricola e hanno attività diurna. Si nutrono soprattutto di frutta, ma la dieta comprende anche semi e altri vegetali e occasionalmente insetti e altri piccoli animali. La gravidanza dura circa cinque mesi e al termine nasce in genere un solo cucciolo. La maturità sessuale si raggiunge ad un’età compresa tra i 4 e i 6 anni.

Galagone dagli occhiali

Primati in Uganda - Galagone dagli occhiali

Galagone dagli occhiali

Galagone dagli occhiali. L’areale della specie è limitato alle foreste al confine fra Zaire, Uganda, Burundi e probabilmente Ruanda. La specie misura una quarantina di centimetri di lunghezza: caso raro fra i galagoni, la coda è a stento lunga quanto il corpo. Il pelo è uniformemente grigio e tende a schiarirsi dalla parte dorsale a quella ventrale. Si tratta di animali notturni e prevalentemente solitari, dalla dieta onnivora (insetti e frutti maturi, ma anche gomma, linfa e piccoli vertebrati). Per il resto, trattandosi di animali piuttosto schivi e naturalmente rari, le informazioni su questa specie raccolte da studi sul campo scarseggiano.

Scimmia dorata

Scimmia dorata della foresta di Mgahinga - Uganda

Scimmia dorata nella foresta di Mgahinga

Scimmia dorata nella foresta di Mgahinga (Cercopithecus kandti).La specie è caratterizzata da una zona di colore giallo-oro sulle spalle e sul dorso. Per il resto è molto simile a C. mitis, del quale a lungo era stata considerata una sottospecie. L’areale è nei Monti Virunga, al confine tra il Ruanda, l’Uganda e la Repubblica Democratica del Congo, dove vive nelle foreste. Le abitudini sono poco note. Vive in gruppi costituiti da un maschio adulto, femmine e piccoli, per un totale che sembra possa arrivare a 30 individui. Si pensa che la dieta sia costituita prevalentemente di frutta e foglie, ma includa piccoli animali. A causa della ristrettezza dell’areale, della distruzione dell’habitat e della guerra la specie è considerata a rischio di estinzione.

Babbuino verde

Primati in Uganda - Il Babbuino verde

Babbuino verde o Anubi

Il Babbuino verde o Anubi vive in gruppi di 15-150 esemplari, costituiti da alcuni maschi, molte femmine, e dai loro piccoli. Vi è una complessa gerarchia sociale simile a quella riscontrata in altri primati, come gorilla e scimpanzé. Ogni babbuino ha una classifica sociale in qualche parte del gruppo, a seconda della sua posizione dominante. I maschi stabiliscono la loro posizione dominante con la forza. Spesso, quando grandi babbuini calano nella gerarchia sociale, si trasferiranno a un’altra tribù. È stato osservato che i maschi più giovani spesso molestano i più anziani. Sono onnivori e vivono di giorno mentre dormono sugli alberi o al sicuro su delle rocce la notte. Il suo nome deriva dal Dio Anubis che è stato spesso rappresentato con una testa di cane. L’Anubi  o babbuino verde non ha un volto piatto, ma lungo, a punta, come il muso di cane. Infatti, insieme con il muso, la coda dell’animale (38-58 centimetri ) e l’andatura a quattro zampe possono farli sembrare dei cani. L’Anubi è un grande babbuino dal corpo robusto – circa un metro di lunghezza – dal dorso più alto nella parte anteriore; ha muso canino ben sviluppato provvisto di forte dentatura. I maschi sono più grandi delle femmine e hanno sul collo e sulle spalle una criniera di lunghi peli.

Conclusione e crediti

Le note, tratte per lo più da Wikipedia sono integrate integrando da notizie conosciute più direttamente e dove necessario ho omesso notizie che ritengo non attendibili.

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo; possono applicarsi condizioni ulteriori. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Wikipedia® è un marchio registrato della Wikimedia Foundation, Inc.

Per saperne di più

I miei viaggi in questi luoghi sono raccolti nella pagina degli articoli sull’Africa. Se vuoi un’idea per una prima avventura africana leggi l’articolo sul Parco Nazionale Kruger, Sudafrica, Puoi anche curiosare tra gli ultimi articoli pubblicati oppure cercare nel blog scegliendo dai tag o dalle categorie a tuo piacimento, c’è l’elenco a fondo pagina.

Altrimenti puoi cominciare la tua ricerca da qui:

E mi raccomando, dai un’occhiata a cosa mettere in valigia: la lista da stampare per il viaggio perfetto. Puoi anche stamparla e compilarla offline!

Ecco alcuni articoli che potrebbero interessarti: 

I leoni del Serengeti e la migrazione degli gnuI gorilla di montagna del parco di Bwindi in UgandaSafari avventura nel delta dell’Okawango, Gorilla a Bai Hoku in Repubblica Centrafricana,Caccia con le reti con i pigmei ba’aka

Puoi leggere anche delle esperienze di volontariato alla Pediatria di Kimbondo in Repubblica Democratica del Congo: Volontario alla Pediatria di Kimbondo: La MostraRacconti sulla mia esperienza di volontario Pediatria di Kimbondo Rep. Dem. del CongoPrimi giorni alla Pediatria di Kimbondo, RD del Congo, La giornata del volontario alla Pediatria di Kimbondo, ma ce ne sono altri.

Arrivederci presto!

Seguimi sul tuo Social preferito