Akimahen: cosa non fare a Kyoto (e in Giappone)

Akimahen: Kyoto e le buone maniere

Nel dialetto di Kyoto Akimahen significa: non fare. Questo modo di dire è diventato un simpatico simbolo dedicato a far conoscere le buone maniere ai visitatori.

Si sa, non sempre i turisti sono rispettosi dei luoghi visitati. Se questo è stato vero in passato, lo è ancor di più oggigiorno, con la facilità di spostamento (ante pandemia) e con il crescente numero di proposte di viaggi facilmente acquistabili.

I viaggiatori sono a volte disinformati e impreparati, nella peggiore delle ipotesi egocentrici o semplicemente menefreghisti. Il comportamento inappropriato, se è occasionale diventa motivo di ilarità, ma nel tempo si può tradurre in fastidio per gli abitanti delle mete di turistiche.

Questo accade a maggior ragione quando ci si scontra con una cultura come quella Giapponese, basata sul rispetto delle regole e dove un comportamento formalmente “sottotono” è spesso richiesto nella maggior parte delle occasioni.

In un paese la cui cultura è così lontana dalla nostra come il Giappone, fare una gaffe o tenere un comportamento inappropriato è più che mai possibile, se non addirittura probabile.

Avvertenze importanti sui contenuti di questo sito
(clicca qui prima di continuare nella lettura)

Questo è un blog di viaggi, le indicazioni presenti negli articoli sono fornite gratuitamente a scopo divulgativo e potrebbero essere non aggiornate o incomplete. Prima di acquistare, di prenotare o di partire consultate sempre i siti ufficiali. Alcuni link in questo articolo possono essere sponsorizzati, ovvero, se comprate tramite il link non pagate di più, ma mi viene riconosciuta una commissione. Gli articoli aggiornati o pubblicati a partire da febbraio 2024 riportano un asterisco* accanto ai link sponsorizzati. Inserisco i link solo se pertinenti e dopo averli verificati.
akimahen cosa non fare a Kyoto
Akimahen: cosa non fare a Kyoto

La guida Akimahen

Nonostante il popolo giapponese sopporti di buon grado le “stranezze” dell’occidente, a Kyoto si è deciso di creare una specie di vademecum per il visitatore, declinato in varie lingue, chiamato appunto Akimahen. Questo prontuario di buone maniere progettato sotto forma di infografica, illustra i comportamenti da tenere nelle varie situazioni, una sorta di “bon-ton” alla portata di tutti.

Akimahen, ma cosa non fare?

Il libretto Akimahen riporta indicazioni sui più svariati argomenti.

Quelli che mi hanno più colpito sono il divieto di andare in bici sotto l’effetto di alcool, che può portare ad una multa fino ad un milione di yen e 5 anni di prigione.. meglio saperlo!

Fra le cose più comuni il divieto di fotografare i treni dai binari della stazione, cosa che ho fatto anche se non a Kyoto. Viene richiesto inoltre i non importunare le Maiko per una foto, di non buttare i rifiuti o di fare la fila in maniera ordinata alle fermate dei mezzi pubblici.

Alcune sono indicazioni di cortesia, per esempio viene data indicazione di non lasciare la mancia, che non è un’usanza giapponese, ma dire invece ōkini.

Akimahen cosa non fare a Kyoto
E’ lecito importunare i turisti per un selfie?

Scaricate l’infografica

Dalla pagina della guida ufficiale di Kyoto potete scaricare questa ed altre simpatiche infografiche che riportano altre utili informazioni su Kyoto e per esempio su  cosa fare in un ryokan. Fatelo per esempio prima di visitare Fushimi Inari-Taisha, il Santuario Shintoista di Kyoto. Se siete insicuri sul comportamento da tenere potete sempre valutare di assumere una guida turistica del luogo.

Siete pronti per il decollo? Scaricate l’infografica da qui (in inglese) e ritornate su questo sito per altre novità.

Proposte di Viaggio in Giappone

Scopri il Giappone in libertà con uno dei nostri viaggi:

Giappone cultura antica e fascino moderno. Un viaggio attraverso le atmosfere più toccanti del Giappone. Si parte da Tokyo, la capitale: una grande metropoli con i suoi magnifici grattacieli. Visitiamo poi Hakone, un piccolo gioiello termale ai piedi del Fujiyama, incastonata nella splendida regione montagnosa che ospita il Parco Nazionale di Fuji-Hakone-Izu, distante solamente 1 ora e 30 minuti di treno da Tokyo. Immegiamoci nella tradizione a Kyoto, la città dei templi, con la sua storia millenaria e le sue tradizioni.
Infine Nara, con i suoi siti di straordinaria bellezza: il “Parco dei cervi” ed il Tempio Todaiji che ospita il Grande Buddha.

Giappone da Tokyo fino all’isola di Kyushu, un viaggio memorabile attraverso storia, modernità e panorami eccezionali. Tanti giorni per visitare alcuni dei luoghi più significativi del Giappone spingendovi oltre le mete più scontate.
Da Tokyo, città dell’avanguardia per eccellenza a Kyoto per assaporare l’atmosfera più tradizionale e “zen” del paese. Da qui, all’isola di Miyajima, con il suo santuario dedicato alla dea dei mari, costruito in parte nel mare con un torii rosso fuoco a poche decine di metri dalla riva. E poi via, verso sud, toccando le città di Nagasaki e Fukuoka, dove ammirerete il tempio Tocho-ji, famoso per la statua in legno di Buddha più grande del Giappone.
Infine un piccolo grande regalo: una crociera verso le isole Kujuku, dette le “99 isole”, di cui solo 4 abitate.

Dai un’occhiata agli altri viaggi individuali e tour di gruppo, per tutto quello che non trovi, chiedi a me!

Per saperne di più sul Giappone

Il Giappone è un mondo nuovo da esplorare, dove tutto è diverso da quello a cui siamo abituati. Per imparare qualcosa sul paese, prima di partire leggi uno degli Otto libri per un viaggio in Giappone che consiglio nel mio articolo.

Innanzitutto il bagaglio: dai un’occhiata a cosa mettere in valigia: la lista da stampare per il viaggio perfetto. Puoi anche stamparla e compilarla offline!

banner giappone

Prima di partire compra la Guida del Giappone della Lonely Planet (controlla che sia l’ultima edizione, marzo 2020). Se vai a Tokyo, conviene comprare una guida specifica, anche per questo Lonely Planet è sempre il meglio.

Organizza il viaggio per il Giappone, ma prima leggi Il periodo migliore per un viaggio in Giappone, magari sfruttando il Japan Rail Pass qualche consiglio per scegliere un hotel in Giappone e cosa mangiare nel paese del sol Levante.

Poi avventurati in questo fantastico paese partendo da Tokyo, che puoi vedere anche in questo breve video di Tokyo in tre minuti. Immergiti in una Onsen, come le scimmie delle nevi di Jigokudani o scatta un bellissimo selfie sullo sfondo dei coloratissimi Torii del santuario Fushimi-Inari Taisha.

Insomma, non c’è da annoiarsi..

Banner: immagine di macrovector su Freepik

Dal Blog

PARTI ADESSO

Max
Maxhttps://www.massimobasso.com
Appassionato di fotografie, di storia e di culture orientali, viaggia per soddisfare la sua innata curiosità.Ama il caldo e stare all'aria aperta, scoprire luoghi nuovi, conoscere persone ed abitudini, osservare la Natura. Ha una sfida con se' stesso: assaggiare i cibi più strani in circolazione.

Ti possono interessare?