Mangiare in Giappone dove, cosa e a che ora.

Mangiare in Giappone: se non ci sei stato il pensiero va subito al Sushi, se invece ci sei stato pensi al Ramen.

La prima cosa da sapere prima di partire per il Giappone è che i Giapponesi non hanno i nostri stessi gusti in fatto di cibi e che non dovete aspettarvi di andare lì e di mangiare come a casa.

A partire dalla colazione scoprirete che i gusti ai quali essere preparati sono differenti dai nostri, ma non meno buoni.  A proposito di colazione, anche quando vi propongono una colazione continentale i gusti non saranno esattamente standard, e forse è meglio così.

Un altro pensiero riguardo al cibo in Giappone è: ma quanto mi costa.. a questo rispondo più avanti!.

Una nota pratica

In molti Hotel in Giappone (non so se in tutti) insieme alle chiavi della camera vi verranno consegnati dei buoni per la colazione. Non perdeteli, pare che i Giapponesi ci tengano molto. Altrimenti si salta la colazione? A dire la verità non lo so, è una delle cose che non ho voluto provare.

Indice dell’articolo Mangiare in Giappone

  1. Uscire a pranzo o cena in Giappone
  2. Dove mangiare in Giappone
  3. A che ora mangiare in Giappone
  4. Cosa mangiare in Giappone
  5. Come sono i dolci?
  6. Quanto costa mangiare in Giappone
  7. Conclusione
Mangiare in Giappone dove, cosa e a che ora.

Uscire a pranzo o cena in Giappone

Ma cosa si può mangiare in Giappone? In Giappone le opportunità culinarie non mancano la scelta è molto ampia ed il conto generalmente non è mai salato.

Normalmente ad aiutarvi nella scelta di quello che non conoscete, anche nei ristoranti dove il menu in inglese non è disponibile, vengono in vostro aiuto le figure. Non solo: praticamente in ogni luogo, in una vetrina adiacente l’ingresso sono esposte le riproduzioni in PVC a grandezza e colori naturali dei piatti ordinabili, realizzate con dovizia di particolari e anche con un impegno economico non indifferente.

Sampuru ovvero sapere cosa ordinare

Queste riproduzioni delle portate si chiamano Sampuru e sono un vero e proprio business in Giappone.  La parola Sampuru deriva dalla “Giapponesizzazione” (oggi ho coniato anche io un neologismo ;-) ) della parola “sample” ovvero “campione”. Il primo Sampuru fu realizzato nel 1917 a Gujo Hachiman, una piccola località nelle montagne giapponesi che ancora oggi produce circa l’80% dei sampuru di tutto il Giappone. Alcuni negozi che vendono questo genere di articoli, anche come souvenir per i turisti, si trovano nel quartiere Kappabashi Dori a Tokio. Le riproduzioni di piatti più elaborati, se fatte bene, posso costare anche oltre i 500 euro.

Mangiare in Giappone dove, cosa e a che ora.

Dove mangiare in Giappone

Ovviamente i posti dove si mangiano piatti tipici e prelibati non sono solo i grandi ristoranti, anzi, alcuni di questi propongono una cucina abbastanza standard ed occidentalizzata, specialmente nelle grandi città.

I luoghi dove si gustano i piatti più particolari e più succulenti sono a volte i piccoli localini che spesso si trovano all’interno delle stazioni, ma ancora più facilmente si trovano lungo le vie secondarie. Generalmente questi locali sono specializzati in un solo tipo di cibo e non offrono una gamma completa di portate, pertanto prima di entrare occorre farsi un’idea di quello che si desidera.

Un luogo anonimo

Non lasciatevi ingannare dall’anonimità del luogo o magari dal fatto che all’ingresso non troverete un cameriere ad aspettarvi ma una macchinetta automatica. Sì, una macchinetta automatica tappezzata di tasti che riportano la foto di un piatto ed il prezzo. Schiacciando il bottone relativo al tasto prescelto e ovviamente pagando il dovuto, l’ordine sarà inoltrato e voi riceverete uno scontrino col quale presentarsi al banco o sedersi al tavolo ed aspettare che il pasto sia pronto (di solito molto velocemente).

Mangiare in Giappone, cosa mangiare dove andare quanto costa

A che ora mangiare in Giappone

Ricordatevi che soprattutto al di fuori dei grandi centri – ma non solo – i ristoranti chiudono presto e già alle 21.30 la scelta di locali potrebbe essere molto ridotta, pertanto informatevi prima sulle abitudini del luogo ed organizzatevi di conseguenza.

Hai già scelto il tuo Hotel in Giappone? Prima di farlo leggi questo articolo!

Cercavi altri argomenti?

Puoi leggere i miei articoli sull’India e prepararti a visitare I luoghi sacri dell’Induismo oppure prepararti ad un viaggio negli Stati Uniti e magari scegliere dove e cosa mangiare. O semplicemente tornare alla Home Page ed affidarti a qualche articolo a caso (clicca sul logo).

Parti per il Giappone

Cosa mangiare in Giappone

Saltando a pié pari Sushi e Sashimi e tralasciando per semplicità la Tempura, ovvero il fritto a base di pesce e verdure, il primo piatto in ordine di importanza è sicuramente il Ramen. Il Ramen è un piatto realizzato con una sorta di spaghetti di frumento serviti in un brodo di carne o di pesce ed insaporito a fantasia con qualsiasi tipo di altro ingrediente, dalla carne, al pesce, alle verdure. Ce ne sono di mille tipi!

Mangiare in Giappone la carne di Kobe

Altra particolarità del Giappone è la carne di Kobe. Per chi non lo sapesse Kobe non è uno strano animale, ma la città di provenienza dei bovini che producono questa carne.  La carne più rinomata in Giappone è sicuramente un prodotto di qualità, ma anche il frutto di un’abile campagna di marketing. Il manzo di Kobe è un marchio registrato e per essere chiamato “di Kobe”, deve avere tutta una serie di caratteristiche particolari un po’ come i nostri prodotti a filiera controllata. Innanzitutto l’animale deve appartenere alla razza Tajima ed essere nato nella prefettura di Hyogo, oltre ad una serie di altre caratteristiche “tecniche”.

La particolarità di questa carne sono le caratteristiche striature marmorizzate che alternano carne e grasso in maniera equamente distribuita. Ovviamente l’altra particolarità è il costo, che può superare tranquillamente i 300 euro al chilo al dettaglio.

Cosa vuol dire Yaki?

Altri tipi di spuntini o pasti succulenti e che sicuramente incontrano i nostri gusti “occidentali” sono tutta la categoria degli “Yaki”.

Yaki significa più o meno grigliato o arrostito e di questa “categoria” c’è ogni Ben di Dio. Partiamo dagli Okomoniyaki: letteralmente il nome significa più o meno “scegli tu quello che vuoi arrostire”. E’ un cibo di strada che propone una scelta di gusti veramente immensa perché l’Okomoniyaki può contenere qualsiasi cosa ed è l’espressione della creatività e del gusto del cuoco.. da provare in uno dei tipici chioschetti a prezzi dai 300 yen in su. Altra particolarità sono gli Yakisoba, spaghetti di grano saraceno saltati in padella e guarniti nei modi più disparati. Ci sono un sacco di ristorantini che preparano gli Yakisoba in maniera fantasiosa.

Spiedini ne abbiamo?

Ci sono poi i Takoyaki, polpette di polpo con altro pesce e gli Yakitori che son fatti di carne di pollo e frattaglie, a volte presentate come spiedini.

Altri tipi di spiedini sono i Mitarashi Dango, gnocchi di farina di riso grigliati, buoni, ma un po’ gommosi, delle specie di palline che pensavo fossero dolci e che invece hanno un gusto indefinito. Solo per informazione uno spiedino costa in genere 100 yen.

Mangiare in Giappone, cosa mangiare dove andare quanto costa
Mangiare in Giappone, cosa mangiare dove andare quanto costa

Come sono i dolci?

Parliamo di dolci. I Dorayaki e i Taiyaki sono dolci tipo frittelle generalmente ripieni di marmellata di fagioli rossi che differiscono solo per il fatto che i Taiyaki sono fatti a forma di pesce. Dimenticatevi il sapore delle nostre marmellate, il gusto è molto pacatamente dolce, ma piacevole..  anche se devo dire la verità: non mi è mai venuta voglia di mangiarne più di uno alla volta.

Che dire poi del gelato al té matcha.. pare che in tutto il Giappone ci sia un’attenzione particolare ad usare poco zucchero e visto che il matcha di suo non è dolce anche il gelato risulta pacatamente dolce.

Forse questa è la definizione dei dolci giapponesi: pacati.

Ovviamente pacato è solo il gusto, mentre l’aspetto è maniacalmente curato e oltremodo fantasioso e si possono vedere dolci dagli aspetti più strani.

Mangiare in Giappone, cosa mangiare dove andare quanto costa

Kakigori?

Degno di nota il Kakigori un dolce che affonda le sue tradizioni nel Giappone dell’11mo secolo, oggi molto di moda fra i giovani. Si tratta del famoso Shaved Ice, ricavato tagliando piccole striscioline da un blocco di ghiaccio come se lo si stessa sbarbando con un rasoio o pelandolo con un pelapatate. Le montagnole di ghiaccio così ricavate sono poi annaffiate con sciroppi e guarniti con varie leccornie. Un buon posto per gustarne uno è HouseKibaco, nella galleria adiacente la stazione dei treni Kintetsu a Nara.

Mangiare in Giappone, cosa mangiare dove andare quanto costa

Ma quanto costa mangiare in Giappone?

Per capire quanto costa mangiare in Giappone bisognerebbe far riferimento al proprio stile di vita e di alimentazione, ma per semplificare potrei dire che i costi sono all’incirca quelli italiani.

Se vi “accontentate” di un piatto di Ramen in un locale senza troppe pretese potete spendere anche meno di 5 euro, con un pasto tutto sommato completo ed un’esperienza piacevole. Se invece scegliete di mangiare pesce, soprattutto il pesce crudo, i prezzi possono salire, anche notevolmente se nel menu sono inclusi granchi e ostriche. La carne, se evitate quella di Kobe tutto sommato invece non è costosa. Inoltre qui sotto allego un po’ di fotografie di vetrine dove, come ho già avuto modo di dire, sono esposte le esatte copie delle portate, con in più i prezzi, pertanto potete farvi anche un giro sul mio Menu Virtuale, per quanto limitato ed incompleto possa essere.

Clicca sulle immagini per ingrandirle.
Alcune mie foto sono in vendita su Adobe Stock - clicca qui per acquistare

Conclusione:

Per gli amanti del bar una nota dolente. Sebbene i punti vendita dove prendere un caffè siano in forte crescita in tutto il paese, prendere un caffè non è sempre impresa facile. Men che mai gustarsi un caffè espresso. Partite quindi armati di buona pazienza. Se proprio vi trovate in giro e in astinenza da caffeina potete approfittare di uno degli immancabili distributori automatici che si trovano praticamente ovunque. La particolarità di questi distributori è che distribuiscono anche bevande calde in bottiglie, fra le quali il caffè.. o meglio qualcosa che gli assomiglia. Provare per credere!

Beh.. mi fermo qui, se volete scoprire di più dovrete farlo in loco.

Mangiare in Giappone, cosa mangiare dove andare quanto costa

Fonti:

Esperienze personali e aiuto da parte del mio amico Daisuke

Parti per il Giappone

Per saperne di più

In questa pagina sono raccolti gli articoli sul Giappone. Puoi cominciare con qualche idea su come scegliere il tuo Hotel in Giappone o dare un’occhiata alle mie esperienze col cibo nell’articolo Mangiare in Giappone, dove, cosa ordinare e quanto costa.

Un altro argomento interessante sono le Ema, le tavolette votive Giapponesi, che sicuramente ti capiterà di vedere durante un viaggio in Giappone.

Se invece cerchi altro puoi farlo qui sotto, dare uno sguardo agli ultimi articoli pubblicati o scegliere fra gli argomenti presenti a fondo pagina e divisi fra etichette (più specifiche) e categorie (più generiche).

Visita questi luoghi rispettandoli e se stai partendo non dimenticare nulla: consulta e scarica la mia lista delle cose da mettere in valigia, un piccolo promemoria con qualche consiglio.

Lascia un commento, verrà visualizzato con il nome che hai scritto (non è obbligatorio indicare il cognome). L’email ed altri dati non saranno pubblicati ne’ aggiunti alla newsletter o usati a scopi pubblicitari.

Grazie e alla prossima!