Cosa vedere a Tokyo in 5 giorni

Decidere cosa vedere a Tokyo avendo a disposizione 5 giorni è un bell’impegno! Per approfondire la conoscenza della capitale del Giappone, infatti, non ne basterebbero il doppio. Non sempre però si ha a disposizione tutto il tempo che si desidera, per questo pianificare è più che mai consigliato in una città che offre così tante esperienze diverse.

Sia chiaro che anche a Tokyo fare qualche deviazione inaspettata oppure perdersi passeggiando senza meta, potrà riservare delle fantastiche sorprese.

Per viaggiare più leggeri durante il soggiorno a Tokyo o per non perdere tempo il primo e l’ultimo giorno della vostra vacanza scoprite due particolarità dei viaggi in Giappone: viaggiare senza bagagli ed i coin lockers o deposito bagagli.

Cosa vedere a Tokyo in 5 giorni

Veduta della baia di Tokyo

Informazioni generali su Tokyo

Tokyo è il più grande agglomerato urbano del mondo, con oltre 35 milioni di abitanti nell’area metropolitana della città, anche se limitando il conteggio ai confini della municipalità (del comune per intenderci) Tokyo si posiziona solo all’ottavo posto della classifica con i suoi quasi 14 milioni di abitanti.

Tantissimi!

Ogni giorno oltre 3 milioni di pendolari si muovono per andare al lavoro e a questi si aggiungono le migliaia di turisti da tutto il mondo. Non a caso uno dei simboli della città è il famoso incrocio di Shibuya, dove i passanti sembrano tante piccole formiche in continuo alacre movimento. Se volete avere un’idea di come sia date uno sguardo al mio video Tokyo in tre minuti! (un’anteprima qui)

Il famoso incrocio di Shibuya, uno dei simboli di Tokyo

Il famoso incrocio di Shibuya, uno dei simboli di Tokyo

Come in tutte le grandi città regna uno stile di vita frenetico, tutti sono costantemente impegnati da lavoro, eventi, responsabilità e un minimo di vita sociale.

I visitatori sono attratti proprio da questo: c’è sempre qualcosa da fare a Tokyo!

Scopri come prepara la tua vacanza, valutando costi e particolarità di un viaggio in Giappone e magari informati sulle curiosità culinarie giapponesi da provare.

Tokyo offre esperienze diverse

Allo stesso tempo, però, Tokyo è una meta che può facilmente affascinare anche chi preferisce viaggiare con più “lentezza”, soffermandosi sui dettagli e assaporando la cultura.  La capitale giapponese offre infatti molte variegate esperienze anche per coloro che ricercano la quiete, la storia e un contatto con la spiritualità locale.

Per visitare Tokyo in pochi giorni non è necessario catapultarsi da un capo all’altro della città, ma è consigliabile soffermarsi su quelli che sono i luoghi che catturano al meglio il suo spirito. In questi appunti ho assemblato un itinerario per esplorare Tokyo in 4 o 5 giorni girovagando senza affanni con l’obiettivo di cogliere l’essenziale della storia e della vita nella megalopoli.

Cosa vedere Tokyo in primavera?

Uno dei periodi migliori per visitare il Giappone è l’inizio della primavera. In questo lasso di tempo, che varia un po’ a seconda di quale regione si preferisce visitare, è possibile osservare la famosissima fioritura dei ciliegi. Gli alberi di ciliegio in fiore sono indubbiamente scenografici, rendono il paesaggio un vero e proprio sogno ad occhi aperti.

A Tokyo uno dei posti migliori per osservare questo magico momento del cambio di stagione è lo Yoyogi Park. Questo parco situato ad Harajuku è aperto a tutte le ore, a differenza di altri parchi a Tokyo che chiudono per la notte ed è frequentato da tanti musicisti di strada che offrono una colonna sonora per chi vuole godere della natura. Adiacente all’entrata nord del parco c’è il famoso Meiji Jingu, un Santuario Shintoista risalente al 1920 e dedicato all’imperatore Meiji e l’imperatrice Shoken.

Avendo a disposizione molto tempo si potrebbe scegliere di passare qui 5 giorni della vacanza a Tokyo!

Santuario Shintoista Meiji Jingu a Tokyo

Santuario Shintoista Meiji Jingu a Tokyo

Asakusa ed il Tempio Buddhista Sensoji

Per chi ama addentrarsi nella cultura giapponese, un’altra delle mete più gettonate è sicuramente Asakusa. Questo quartiere, pur rimodernato, presenta uno scorcio di Giappone antico che molti turisti ricercano. Asakusa ospita il Tempio Sensoji, datato 645 d.C. che è il tempio più antico di Tokyo. A differenza di Meiji Jingu, Sensoji è un Tempio Buddhista. Oltre alla visita al tempio, Asakusa è un luogo adatto a chi desidera immergersi nell’atmosfera antica e nella storia del Giappone. Il quartiere è infatti molto suggestivo a livello estetico e una passeggiata tra le sue strade è sicuramente da consigliare.

Cosa vedere a Tokyo - il Tempio Buddhista Sensoji

Cosa vedere a Tokyo: il Tempio Buddhista Sensoji

Quattro passi per Shinjuku

Per chi esplora Tokyo da solo, una passeggiata serale a Golden Gai è da considerarsi imperdibile. Il piccolo distretto è situato all’interno del quartiere di Shinjuku ed è caratteristico in quanto popolato da piccolissimi locali e bar – oltre 200 – che hanno una capienza estremamente limitata – 6 o 7 clienti al massimo. Questi sono locali dove è possibile recarsi da soli ed avere la possibilità di fare conoscenza con i baristi e con i clienti abituali. È un’esperienza unica che offre l’opportunità di inserirsi appieno nella cultura locale.

Kabukicho, il quartiere a luci rosse di Tokyo

Da Shinjuku è possibile continuare la passeggiata verso il più grande e caratteristico distretto a luci rosse di Tokyo, Kabukicho. Il posto prende il nome da un teatro kabuki che in realtà non fu mai costruito. La fama attuale nacque a partire dal 1872, quando in Giappone furono revocate le leggi sui rapporti con le geishe e le donne di compagnia e Kabukichō diventò così il principale distretto a luci rosse della città di Tokyo.

In alternativa è possibile passeggiare e perdersi per le vie di Shinjuku dove la vita notturna locale è particolarmente vivace.

Il quartiere Kabukicho a Tokyo, zono a luci rosse

Il quartiere Kabukicho a Tokyo, zono a luci rosse (fotografia di Manuel Velasquez)

Cosa vedere a Tokyo: il distretto di Ueno per un po’ di cultura

Per gli appassionati di musei, il distretto di Ueno è un paradiso terrestre. Oltre ai numerosi musei fra i quali il Tokyo National Museum e il National Museum of Nature and Science, il quartiere è anche famoso per ospitare lo Ueno Park, altra meta rinomata per godere della fioritura dei ciliegi.

Il quartiere inoltre è ricco di bancarelle e mercati all’aperto che dipingono un’immagine un po’ diversa di quello che si immagina pensando a una città come Tokyo. La strada di Ameyoko (Ameya Yokocho), in particolare, ospita uno dei mercati più affollati della città. Qui si possono trovare i prodotti più disparati: da prodotti alimentari freschi o essiccati, vestiti, accessori, spezie e tanto altro. La particolarità di Ameyoko, tuttavia, è sicuramente la sua atmosfera un po’ caotica e rumorosa che si contrappone all’ordine e alle geometrie del Giappone.

Japanese Folk Crafts Museum

Un altro esempio di cosa vedere a Tokyo, interessante per la sua unicità, è il Japanese Folk Crafts Museum che nasce da un’idea del filosofo giapponese Soetsu Yanagi. Il museo presenta una collezione di circa 17.000 prodotti artigianali. Tra questi ci sono ceramiche, manufatti in legno, collezioni di kimono tradizionali e lavori degli artisti del Mingei Movement; movimento artistico-filosofico che Yanagi ha contribuito a teorizzare. L’intento di Yanagi nella costruzione del museo era quello di mostrare la bellezza delle piccole cose, degli oggetti di uso quotidiano, delle tradizioni ancestrali locali, e soprattutto delle cose semplici e imperfette (wabi-sabi), andando contro la pretesa di perfezione dell’estetica artistica occidentale.

Una frase famosa del filosofo è “L’amore per le imperfezioni è un segno fondamentale della ricerca di libertà”

Il museo è un vero e proprio viaggio nella storia artigianale dell’oriente che è stato messo insieme da Yanagi stesso. Il filosofo ha infatti viaggiato tra la penisola coreana, la Cina, Taiwan e il Giappone, ricercando i manufatti più rari nei paesi più piccoli e lontani dal mondo già globalizzato della città. La collezione è arricchita anche da alcuni rari pezzi provenienti dall’occidente.

Tokyo, la meta perfetta

Come avrete capito decidere cosa vedere a Tokyo è molto soggettivo. Questa è davvero una grandissima città che al suo interno accoglie le più diverse realtà ed ha davvero tanto da offrire. Per questo può essere una gradevole meta di viaggio per persone con gli interessi più disparati. Storia, arte, spiritualità, vita notturna: Tokyo offre tutto questo e molto di più.

Dai parchi coi ciliegi in fiore, i luoghi religiosi, i musei, fino ad arrivare ai mercatini affollati; lo spirito di Tokyo è presente proprio nelle sue contraddizioni e nella sua varietà.

I luoghi qui consigliati sono una proposta personale e per nulla esaustiva di come costruire un itinerario per un viaggio di pochi giorni nella capitale giapponese.  Un viaggio che non sia necessariamente troppo carico di impegni e spostamenti, ma che sappia comunque offrire una panoramica comprensiva sulle realtà molteplici di una città così vasta e ricca di storia e intrattenimenti come Tokyo.

E un punto di partenza per un prossimo ritorno.

Per saperne di più

In questa pagina sono raccolti gli articoli sul Giappone. Puoi cominciare con qualche idea su costi, curiosità e notizie utili per il tuo viaggio in Giappone. Se invece stai già pianificando, vedi qui come scegliere il tuo Hotel in Giappone o butta un occhio all’articolo sulle mie esperienze col cibo nell’articolo Mangiare in Giappone, dove, cosa ordinare e quanto costa.

Un altro argomento interessante sono le Ema, le tavolette votive Giapponesi, che sicuramente ti capiterà di vedere durante un viaggio in Giappone.

Se invece cerchi altro puoi dare uno sguardo agli ultimi articoli pubblicati o scegliere fra gli argomenti presenti a fondo pagina e divisi fra etichette (più specifiche) e categorie (più generiche).

Visita questi luoghi rispettandoli e se stai partendo non dimenticare nulla: consulta e scarica la mia lista delle cose da mettere in valigia, un piccolo promemoria con qualche consiglio.