Los Angeles California: quando andare, cosa fare e dove alloggiare (Hollywood, Beverly Hills e qualche idea alternativa)

Scegliere quando andare, cosa fare e dove alloggiare a Los Angeles (senza lasciarsi sfuggire l’occasione di visitare Hollywood) non è difficile anche se quello in California è il vostro primo viaggio negli Stati Uniti. Primo viaggio o ennesimo date un’occhiata ai miei consigli prima di partire per gli Stati Uniti e fatevi un’idea di cosa mangiare negli Stati Uniti e quanto costa.

E poi immergetevi nella lettura: qualche idea, qualche consiglio e alcuni spunti per un bel viaggio nella Città degli Angeli e, se ne avete tempo, in California.

Spiaggia di Santa Monica - Los Angeles

Los Angeles: il pontile el la spiaggia di Santa Monica con la ruota panoramica sullo sfondo

Scegliere Quando andare a Los Angeles ed in California

Il clima a Los Angeles è piacevole tutto l’anno, perciò quando andare non è un problema. La città si trova ad una latitudine più bassa della Sicilia ed il clima anche d’inverno non è mai troppo freddo, mentre le estati sono rinfrescate dalla corrente del Pacifico. Tutto sommato un piccolo paradiso in qualsiasi stagione. Ovviamente nei mesi estivi ed in occasione di appuntamenti particolari l’afflusso di turisti è maggiore, pertanto se si vuole trovare meno gente occorre tenerne conto.

Il periodo primaverile è il migliore per visitare Los Angeles ed in genere la California. Da fine marzo a giugno il clima è caldo e soleggiato e non si rischia di avere troppo caldo. Anche l’estate è buona, ma bisogna mettere in conto il rischio di qualche giornata torrida, specialmente se vi capita una giornata in cui soffia il vento Santa Ana, un vento secco e caldo nordorientale proveniente dalle zone desertiche dell’entroterra che rende alcune giornate veramente torride. L’autunno e l’inverno sono periodi altrettanto validi, con qualche rischio in più per il vento caldo in autunno e qualche pioggia da dicembre a marzo.

Nel complesso non ci sono periodi veramente sconsigliati.

Il clima sulla costa

La costa è la zona più mite e anche d’estate in genere la temperatura massima non supera i 25 gradi, per scendere intorno ai 18 nei mesi invernali nelle ore più calde. Se immaginate di fare un bagno nell’oceano, preparatevi a temperature dell’acqua che nei mesi estivi non arrivano a 20 gradi, mentre scendono anche a 16 gradi nei mesi più freddi.

LOS ANGELES Che tempo fa

Scegliere cosa fare

Ovviamente non tutti hanno a disposizione tempo e denaro per stare in vacanza più di 3 settimane (e per qualcuno è già molto), quindi scegliere cosa vedere a Los Angeles se si conta di fermarsi solo un paio di giorni è un bel dilemma.  Quasi tutti quando vanno in vacanza in un posto nuovo hanno il desiderio, quando non la frenesia, di vedere tutto, o perlomeno il più possibile.

Se non si fa parte di un tour organizzato, dove i ritmi sono scanditi dagli appuntamenti già fissati e ben strutturati dall’organizzatore, ci si affida quindi ad una guida.

E via con un bell’elenco di posti imperdibili, di luoghi iconici, di “must-see” o semplicemente di ottimi indirizzi da dove questa o quella celebrità hanno postato un selfie. Più che in ogni altro luogo questo ultimo aspetto è vero a Los Angeles come, d’altro canto a New York.

Fare tutto o vedere bene solo qualcosa?

Allora conviene partire convinti di rinunciare a qualcosa, ma a cosa? Dipende da cosa si vuole trarre dalla vacanza: un pugno di fotografie da postare su Instagram durante l’anno, ripercorrere le vicende di una serie TV o semplicemente soddisfare la curiosità di vedere luoghi che si sono stampati nella nostra mente come luoghi storici ed iconici ed aver la possibilità, quando li si sente nominare, di poter dire “ci sono stato anch’io”?

In questo articolo potete trovare un po’ di informazioni e poi decidere.

Prima di partire non dimenticate di consultare e, se volete, di scaricare la mia lista delle cose da mettere in valigia per il viaggio perfetto

Parti per gli Stati Uniti

Qualche consiglio valido per qualsiasi viaggio

  • Se non è estate vestitevi “a strati” ed indossate delle scarpe comode, mi raccomando, mai un paio di scarpe nuove, che possono riservare sorprese. Soprattutto durante i mesi invernali l’escursione termica fra giorno e notte può essere rilevante.
  • Prevedete di portarvi un impermeabilino leggero, anche se il tempo è bello, soprattutto durante i mesi invernali
  • Controllate le batterie della macchina fotografica e del telefono
  • Portatevi da bere
  • Scaricate la guida della città offline, anche se avete un piano dati (è previsto anche sull’app di Google Maps)
  • Fermatevi sempre ad ogni cosa che vi interessa, il tempo necessario per capirla e per goderla, vi perderete qualcos’altro, ma non il momento.. ed avrete l’occasione di imparare qualcosa
  • Cercate di evitare le zone isolate e se c’è troppa calca fate attenzione ai vostri averi
  • Portatevi lo spazzolino da denti e i fazzoletti di carta

Non seguite i miei consigli alla lettera e dimenticate qualcosa da poter acquistare come ricordo a Los Angeles

Scegliamo come cominciare la nostra visita di Los Angeles

Partiamo con un cliché? Anche no.

Quando si visita un paese, per me è quasi un obbligo il visitare un supermercato. Vi chiederete il motivo? Ovviamente per comprare l’acqua !!

A parte gli scherzi entrare in un negozietto o in un supermercato (se siete in un paese industrializzato) fornisce un approccio immediato alla vita quotidiana delle persone che lo frequentano. Le preferenze e le abitudini – alimentari e non – garantiscono una percezione della realtà del paese.

Da questa osservazione ognuno trae le proprie considerazioni che possono anche cambiare nel corso o dopo il viaggio. Proprio per questo una “cura completa” prevede una visita all’inizio del viaggio ed una alla fine, con la quale cogliere particolari differenti e sfumature che non si erano valutate.

Se non siete interessati saltate la visita, ma secondo me l’apprezzerete.

Eccellenze italiane a Los Angeles
Eccellenze italiane a Los Angeles

L’arrivo della Route 66

Eccellenze italiane a Los Angeles

Eventi e ricorrenze di Los Angeles

Tournament of Roses

Procedendo cronologicamente la prima festa per data ed importanza è il Tournament of Roses ovvero la parata con i carri decorati con le rose che si svolge sul Colorado Boulevard di Pasadena a capodanno.

Capodanno Cinese

A far da contraltare alla parata c’è il capodanno cinese che cade fra gennaio e  febbraio, molto sentito per la forte componente di immigrati cinesi presenti e sempre spettacolare grazie alla fantastica parata del Dragone, che si è tenuta anche nel 2020, nonostante lo spauracchio del coronavirus. Qui di seguito le date fino al 2025: 12 febbraio 2021, anno del Bue, 1 febbraio 2022, anno della Tigre, 22 gennaio 2023, anno del Coniglio 10 febbraio 2024, anno del Drago, 29 gennaio 2025, anno del Serpente.

Notte degli Oscar

Sempre in febbraio la notte degli Oscar, un evento unico ed esclusivo. Difficilmente riuscirete ad “imbucarvi come ha fatto Scott Weiss nel 2009, ma potete sempre sperare di incontrare le star in giro per la città.

Cinco de Mayo

Il Cinque di maggio o Cinco de Mayo è la ricorrenza storica che celebra la vittoria delle truppe messicane sull’esercito francese nella battaglia di Puebla del 1962, dopo l’invasione subita da parte della Francia. La vicinanza con il Messico e la forte immigrazione rendono popolare anche qui questa festa

Doo Dah Parade

La Doo Dah Parade è una stravagante sfilata che si svolge annualmente ad una data non prestabilita, di solito negli ultimi anni in tarda primavera, generalmente in maggio. E’ la parata dell’esagerazione, cominciata come una parodia del Tournament of Roses, oggi rappresenta un momento dissacrante dove dare sfogo alla propria immaginazione ed irriverenza.

Los Angeles Pride

In genere in giugno si svolge questa festa che da oltre 40 anni celebra la diversità e l’inclusione, oggi molto di moda, ma in passato meno popolare. Se non il più grande, sicuramente il più famoso Gay Pride.

International Surf Festival

L’International Surf Festival si svolge in agosto ed è l’appuntamento perfetto con l’onda perfetta. Troppo perfetto? Vedere per credere e questo avvenimento promette uno spettacolo eccezionale.

AFI Fest

La AFI è una rassegna cinematografica promossa dall’American film Institute che si svolge ogni anno in novembre. Un appuntamento imperdibile per chi ama la fiction, i documentari ed i cortometraggi, è divenuto col tempo un appuntamento cult per gli appassionati.

Los Angeles Country Fair

A settembre si svolge la Los Angeles Country Fair.  Una grande fiera del country che anche se è acclamata dai locali come la più grande del paese, una classifica del 2018 la relega solo all’11° posto, anche dopo lo Stampede di Calgary. Si tengono spettacoli, concerti, rodei in ossequio alla tradizionale della cultura del west americano.

Emmy Awards

Sempre in settembre la cerimonia degli Emmy Awards (il 20 settembre nel 2020). Gli Emmy awards stanno alla televisione come gli Oscar stanno al Cinema, un’ottima occasione mondana, con l’occasione di incontrare qualche star.

Altri appuntamenti bizzarri sono la Benedizione degli animali che si svolge nel quartiere di El Pueblo il sabato prima di Pasqua e la benedizione delle auto in agosto, si vede che da queste parti si sente il bisogno di essere benedetti in plenaria.. :-)

Spiaggia di Santa Monica

Santa Monica

Il molo di Santa Monica fu costruito a partire dal 1908 e rappresentò il primo molo per l’attracco di navi da diporto della costa occidentale. Oggigiorno ospita un parco divertimenti con tanto di ottovolante e ruota panoramica, un interessante acquario proprio sotto la storica giostra in legno, oltre ovviamente a chioschetti di bibite e qualche negozietto di souvenir.

Il punto di arrivo della Storica Route 66

La maggior parte delle persone che arriva sul molo di Santa Monica considera il momento come un’ottima occasione per farsi un selfie o per scattare una fotografia sotto il cartello che indica la fine della Route 66. E anche io l’ho fatto. Negli anni passati la mitica Mother Road ha rappresentato per molti una vera e propria avventura “on the road”. Percorrere i suoi quasi 4000 chilometri da Chicago a Los Angeles permetteva di conoscere uno spaccato dell’America rurale e di provincia, di immergersi nello spirito della frontiera e di avere l’occasione di sentirsi protagonisti di un’epoca. Oggi buona parte della strada è stata ricostruita, ammodernata o tagliata fuori dai percorsi abituali e questo ha reso il tutto un po’ meno avventuroso, più decadente ed a tratti poco originale, ma pur sempre un museo a cielo aperto che val la pena di visitare.

Godiamoci la spiaggia anche a Los Angeles

I 6 chilometri della spiaggia consentono invece di passeggiare o semplicemente di stendersi per un attimo a godere dell’oceano magari sfruttando l’occasione, se non di fare un bagno, almeno di provare l’ebbrezza di immergere i piedi nell’acqua del Pacifico

Spiaggia di Santa Monica - Los Angeles

3rd street Los Angeles

Dalla spiaggia di Santa Monica è possibile avventurarsi in una passeggiata lungo la 3rd Street ed i suoi negozietti e le gallerie d’arte che non mancano mai nelle città di mare. Forse perché la vicinanza con la spiaggia e le onde rende tutti un po’ più artisti, forse perché gli artisti amano il mare o forse semplicemente perché in questo posto passa un sacco di gente ed è più facile vendere. In estate ci si può sedere ad un caffè e godersi un po’ di andirivieni e nella folla scoprire anche qualche “mise” un po’ stravagante.

Qui a Los Angeles più che mai è bene ricordarsi che spesso gli artisti sono stravaganti, ma non basta essere stravagante per essere un artista. In ogni caso, se siete interessati, ci sono alcuni musei di arte moderna che val la pena di visitare.

Da qui potete visitare Venice Beach con la sua sfrenata vita mondana o fare una capatina a Malibu a sbirciare fra le ville da sogno dei Vip

Beverly Hills

Una delle mete più ambite dai curiosi è sicuramente Beverly Hills. La zona fu resa ancor più famosa negli anni ’90 dalla serie televisiva 90210 Beverly Hills della quale recentemente è stato cancellato il revival. Alcune delle stravaganti e lussuose abitazioni delle star di Hollywood e della musica si trovano qui e se sarete fortunati potrete incontrarne qualcuna. Cogliete l’occasione per farvi un giro a Rodeo Drive, Mecca del Lusso o al Farmers’ Market un mercato cittadino dove si possono trovare i prodotti enogastronomici della California.

Shopping a Rodeo Drive e Golden Triangle

L’area inclusa fra il Santa Monica Boulevard, North Crescent Drive e Wilshire Boulevard è soprannominata anche Golden Triangle. Questa zone è sono affollata da negozi, gallerie d’arte e ristoranti. Inoltre, a fare un po’ da linea mediana e a tagliare in due Beverly Hills c’è la mitica Rodeo Drive, divenuta icona del lusso. Se volete sentirvi come Julia Roberts (o Richard Gere per i maschietti) in Pretty Woman, non potete mancare di visitarla. Certo, visto che i prezzi non sono esattamente popolari, sarà difficile sentirsi un principe o una principessa, ma i commessi vi faranno sentire certamente a vostro agio, anche se alla fine non acquisterete nulla. Nel frattempo avrete un’idea di quelle che sono le tendenze della stagione o magari avrete l’occasione di farvi un bel regalo.

Los Angeles California - Partiamo

Hollywood

Il nome Hollywood fa la sua comparsa nella storia nel 1887, anche se la vocazione dei suoi abitanti di allora era più quella dei contadini ed allevatori che non quella di fare del cinema.

A fare la fortuna di Hollywood fu una di quelle leggi americane per noi incomprensibili sul diritto d’autore. Intorno al 1910 infatti una società possedeva praticamente tutti i diritti per realizzare pellicole cinematografiche e pertanto chi volesse produrre un film doveva seguire le regole che la società imponeva. Principalmente, oltre ad una questione di denaro la società imponeva che tutte le pellicole fossero girate a Chicago o in alternativa a New York. Questa legge non era valida però in California e fu così che i produttori indipendenti intorno al 1920 cominciarono a spostarsi in quella zona, che era anche favorita dalla vicinanza a vari tipi di scenari utili alla produzione, quali montagne, deserti ed oceano.

Ed eccoci qui a fotografare la scritta Hollywood.

Un po’ di Storia sulla Scritta Hollywood

La scritta Hollywood nel 2023 compirà cento anni. Il giorno esatto non si sa, perché ognuno ha da dire la sua nella data della creazione, ma la data più accreditata pare essere il 13 luglio 1923.

La scritta fu realizzata inizialmente per pubblicizzare un nuovo qualrtiere che all’epoca era in costruzione ed il cui nome sarebbe poi stato Hollywoodland. Infatti la prima versione della scritta fu proprio quella. Scritta a caratteri cubitali di 15 per 9 metri doveva restare sul monte Lee per un anno ed era illuminata da migliaia di lampadine elettriche che si accendevano alternativamante prima su Holly poi su Wood, poi su Land ed infine sull’intera scritta. La posizione era inoltre segnalata da un faro che sparava verso l’alto la sua luce. Il proprietario se ne curò fino al 1929, poi seguirono anni di incuria e di disinteresse fino a a quando, nel 1949, il terreno fu ceduto alla città e la scritta con esso.

Rimuovere la scritta?

Intorno alla fine degli anni 50 fu deciso di rimuovere la scritta Land e fu anche pensato di rimuovere l’intera scritta, ma ormai era diventato un simbolo dell’industria cinematografica. Fu solo nel 1978, grazie ad una sottoscrizione pubblica, che la scritta fu oggetto di un vero restauro e da allora se ne occupa una fondazione.

Hollywood e la scritta famosa

Hollywood e le ville dei VIP

Hollywood e le ville dei VIP

Passeggiata lungo la Walk of Fame di Los Angeles

Adesso che sapete quasi tutto sulla scritta e che magari siete anche andati a vederla da vicino, dirigetevi verso la Walk of Fame. La passeggiata delle stelle, o più propriamente la passeggiata delle celebrità, è uno dei luoghi più visitati della città. Divertitevi a camminare lungo l’Hollywood Boulevard e Vine Street con lo sguardo fisso a terra, cercando il vostro attore preferito e sbattendo contro le persone che, provenienti in senso contrario, stanno facendo la stessa cosa. La passeggiata fu creata nel 1958 per celebrare gli artisti dello spettacolo ed era stata concepita per 2500 stelle. Ad oggi le stelle sono oltre 2600 e quelle nuove vengono posizionate in una estensione della passeggiata al ritmo di circa 2 al mese.

Ogni stella contiene un emblema circolare che indica la categoria rappresentata e alcune stelle riportano più categorie. Cercate i vostri attori preferiti per una foto o stupitevi di quanti sono “illustramente ignoti”. Per chi è appassionato ci sono alcune guide che trovate gratuitamente online e che forniscono l’esatta ubicazione di chi state cercando. Cercate la prima stella dedicata a Stanley Kramer, regista e produttore.

Per chi è in auto c’è, comodissimo, parcheggio di un centro commerciale lì vicino, dove avrete sicuramente l’occasione di spendere qualche soldino.

Categorie di Stelle Nella Walk of Fame Los Angeles Hollywood

Le categorie sono: cinema, televisione, teatro, musica e radio

La Walk of Fame Los Angeles Hollywood California

Mario Lanza .. questo potrebbe essere un compaesano?

Il cognome suona vagamente familiare :-)

Disneyland Los Angeles

In un giorno qualsiasi, in un anno fra gli anni 30 e 40 il sig. Walt Disney (sì, proprio lui in persona) se ne stava bellamente seduto su di una panchina a Griffith Park a Los Angeles quando fu folgorato da un’ispirazione. Mentre le sue figlie si stavano divertendo su una giostra del parco pensò quanto sarebbe stato bello creare un parco dove genitori e figli potessero divertirsi insieme. Fu così che nel luglio 1955, dopo un anno di lavoro ed una spesa di oltre 15 milioni di dollari nacque Disneyland, il primo e anche l’unico Disneyland che il signor Walt ebbe la gioia di inaugurare personalmente. Tutti quelli che avevano scommesso sul fallimento del progetto prima e dell’attività poi dovrebbero farsi un giro oggi fra i parchi sparsi nel mondo.

Se vi piacciono i parchi a tema – e anche se non vi piacciono – secondo me vale la pena una visita per provare ad entrare in un mondo di favola, certamente a prezzi non proprio popolari..

Tour degli Universal Studios

Sugli Universal Studios, dove non sono andato di recente – l’ultima mia visita risale al 1993 !! -, i giudizi che ho sentito sono contrastanti. A parte il prezzo anche qui non propriamente popolare, nei giorni di punta le file sembra possano essere interminabili, quindi cercare qualche opzione per saltare le code in modo legale ed educato diventa un must. E’ possibile visitare i set dove sono ricostruiti le ambientazioni di film famosi come King Kong, Ritorno al Futuro, Jurassic Park e altri che vengono aggiunti di volta in volta. Non è una delle mete che prediligo, ma è sicuramente interessante specialmente per chi vuole rivivere da vicino scene di film famosi.

Sulle strade della California

Warner Bros Studios Los Angeles

Gli Universal Studios vi sono piaciuti? Se la vostra passione è The Big Bang Theory allora non potete mancare una visita ai WB studios, il prezzo è un po’ inferiore agli Universal e .. Bazinga! potrete sedervi sul divano di Sheldon o fare una capatina al Central Perk di Friends. In alternativa potrete rivivere la saga di Harry Potter o entrare nella BatCave di Batman

Six Flags Magic Mountain

Meno noto in Italia, ma molto popolare negli Stati Uniti è il parco a Tema Six Flags di Los Angeles. Questo parco è il più grande della catena Six Flags ed è situato a Valencia, a nord di Los Angeles. Il parco fu costruito nel 1971 col nome di Magic Mountain, al quale fu aggiunto il nome della catena nel 1979, quando fu da questa acquistato. Si tratta di un parco dedicato soprattutto al brivido adrenalinico: è infatti attualmente il parco con il maggior numero di montagne russe (in inglese roller coaster) di tutte le fattezze e dimensioni – attualmente 18.

Nel 1976 fu il primo parco a vantare un percorso con un giro allora detto “della morte” di 360 gradi completi. La giostra, che si chiamava Revolution è stata recentemente rinnovata e ribattezzata New Revolution e proposta in forma moderna con l’aggiunta della realtà virtuale. Da Provare!

Altre destinazioni

Oltre a quanto descritto Los Angeles offre molto altro. Nella zona intorno a Downtown è possibile visitare alcune zone caratteristiche della città come i quartieri etnici di Little Tokio e Chinatown, il Fashion District, la Los Angeles City hall e il Grand Central Market, oppure prendervi qualche ora per andare semplicemente in giro e cogliere casualmente qualche bello scorcio, l’attività che personalmente prediligo.

Skyline di Los Angeles California

Dove alloggiare a Los Angeles e nei dintorni

Pasadena è una città dove alloggiare comodamente in tranquillità e sicurezza. Vicina a Los Angeles è ideale per lo shopping e localini interessanti specialmente nella zona storica. I luoghi da visitare a Los Angeles sono comodamente raggiungibili in auto e con i mezzi. Una bella alternativa al centro.

Anche la Zona di Santa Monica è un quartiere interessante con l’occasione di fare shopping anche di sera e magari una bella passeggiata sul molo o un giro sulla ruota panoramica.

La zona più comoda resta comunque la zona di Downtown. Ottima per muoversi in auto, è abbastanza vicino a tutto quello che vorrete visitare. Anche qui non mancano i locali e l’occasione per farsi una passeggiata serale.

Conclusione

Adesso siete più o meno pronti per partire alla scoperta di Los Angeles. già che ci siete consiglio vivamente di fare un tour nel sud Ovest degli Stati Uniti visitando i parchi. Ovviamente ci vorrà del tempo, munirsi di un’auto e di spirito di avventura, ma a mio parere è uno dei viaggi più entusiasmanti che abbia fatto.

Potete vedere un itinerario qui: Viaggiare negli USA: Stati Uniti Sud Ovest

Se ci andate mandatemi un messaggio o mettete un commento in fondo a questa pagina.

A presto!

Parti per l'india

Per saperne di più

Prima di partire però potreste rinfrescarvi le idee su cosa fare prima di partire per gli USA o, se non ci siete mai stati, farvi un’idea su cosa mangiare per sopravvivere alla cucina degli States.

Iscriviti agli aggiornamenti

Altre risorse

In cerca di idee?

Trovate ispirazione con i viaggi che consiglio.

Se la destinazione è New York potete leggere: La metropolitana di New York oppure.. andate a piedi, in taxi o autobus oppure Maggio a New York: scopri cosa puoi fare!

I più avventurosi possono invece provare ad affrontare un viaggio in Alaska in auto, imbarcarsi in una crociera nell’Inside Passage dell’Alaska o addirittura salire su un idrovolante e raggiungere Khutzeymateen il Santuario degli Orsi in Canada, un’avventura eccezionale in una natura selvaggia.

E mi raccomando, prima di partire stampate la lista delle cose da mettere in valigia per non dimenticare nulla!

Grazie e a presto!

Seguimi su Facebook e Instagram –>