Parco Nazionale Grand Canyon: quando andare, cosa fare e quanto costa

Il periodo migliore, le escursioni e dove alloggiare per una visita al Grand Canyon National Park

Il Parco Nazionale del Grand Canyon in Arizona è da sempre considerato una delle meraviglie del mondo ed ogni anno attrae milioni di visitatori, oltre a centinaia di pazzi che compiono le acrobazie più strane per un selfie nei punti più estremi, rischiando a volte la vita.

A parte i soggetti singolari che sicuramente incontrerete durante la vostra visita, qui avrete veramente l’opportunità di verificare con mano quello che la natura può produrre nel corso dei millenni a partire da una semplice goccia d’acqua.

Fino al 2019, con un afflusso di circa 6 milioni di visitatori, in quanto a visite, il Grand Canyon National Park era secondo solo al Parco Nazionale delle Great Smoky Mountains, che ne contava più del doppio. Se vi chiedete qual era il terzo.. beh il piccolo Parco Nazionale dello Zion Canyon con 4,5 milioni di visitatori era stato recentemente sorpassato dal Parco delle Montagne Rocciose, nel Colorado (4,7 milioni di visitatori).

La pandemia ha cambiato la geografia del turismo e il povero Parco Nazionale del Grand Canyon dell’Arizona è scivolato al 13° posto nel 2021 (dati N.P.S. https://www.nps.gov/aboutus/visitation-numbers.htm)

Sono sicuro che in nessuno di questi parchi vi sentirete soli.

Prima di programmare la visita, vale la pena di conoscere un po’ il Parco Nazionale. In questo articolo troverete alcune notizie sulla storia, su come arrivarci, il periodo migliore, cosa fare e quanto costa.

Prima di partire per gli Stati Uniti assicurati di non restare senza connessione, acquista una eSIM con traffico dati a prezzo fisso!

Tempo di lettura stimato: 29 minuti

Se avete fretta dall’indice scegliete l’argomento che vi interessa.

Questo è un blog di viaggi, le indicazioni presenti negli articoli sono fornite gratuitamente a scopo divulgativo e potrebbero essere non aggiornate o incomplete. Prima di acquistare, di prenotare o di partire consultate sempre i siti ufficiali. Alcuni link in questo articolo possono essere sponsorizzati, ovvero, se comprate tramite il link non pagate di più, ma mi viene riconosciuta una commissione. Inserisco i link solo se pertinenti e dopo averli verificati.
escursione nel grand canyon
Uno sguardo sul Grand Canyon

Come si è formato il Grand Canyon?

Il Grand Canyon è un’erosione che si è formata nel corso dei millenni lungo il fiume Colorado, in Arizona, ma per capire meglio facciamo un passo indietro.

Il fiume Colorado nasce dal Lago La Poudre Pass, nel parco della Montagne Rocciose nello stato del Colorado, per sfociare 2.330 chilometri dopo, dissanguato dai numerosi prelievi idrici, nel golfo di California.

Pensate che in certe annate, proprio a causa dei molti prelievi effettuati durante il suo corso, il fiume non riesce neppure a raggiungere il mare.

Fino al 1921 il Colorado – dalla sorgente nelle Montagne Rocciose fino alla confluenza con il Green River nello Utah – era conosciuto come Grand River. Questo nome non è più in uso, ma Grand rimane un appellativo per molte località connesse al fiume, come il Grand Canyon.

Il fiume nel corso dei secoli, durante il suo percorso verso il mare, ha plasmato e modellato l’altopiano, creando questa immensa erosione. La gola – o canyon – è lunga circa 450 chilometri e profonda in alcuni punti oltre 1800 metri. La larghezza varia dai 500 metri a quasi 30 chilometri, proprio per questo offre panorami stupendi e colori variegati.

L’erosione è inclusa per la maggior parte nel parco nazionale del Grand Canyon, uno dei primi parchi nazionali degli Stati Uniti d’America.

Prima di partire compra una guida dei Parchi degli Stati Uniti (sono antico, ma la carta funziona ancora)

Trova qui la guida degli Stati Uniti Occidentali della Lonely Planet, ne esiste anche una specifica guida degli Stati Uniti Sudoccidentali. Qui trovi invece la guida Stati Uniti Orientali. Personalmente sconsiglio di prendere una guida che tratti tutti gli USA insieme, vista la vastità dell’argomento.

Escursione nel Grand Canyon
Uno sguardo sul Grand Canyon

Un po’ di storia del parco

Il parco nazionale del Grand Canyon fu istituito il 26 febbraio 1919 e dal 1979 è stato inserito nella lista dei Patrimoni UNESCO. Nell’anno della sua inaugurazione, il parco ricevette circa 44.000 visite, un vero record per l’epoca. In seguito la sua popolarità crebbe così tanto che nel 1932 fu fondata la Grand Canyon National History Association (oggi Grand Canyon Conservancy).

La prima esplorazione del Parco si deve ad una spedizione spagnola, che già nel 1540 si avventurò nella zona, grazie all’aiuto delle guide Hopi. Si dovrà aspettare fino al 1869 per la prima spedizione scientifica, condotta da John Wesley Powell, che aprì ufficialmente la via allo studio del Grand Canyon.

Fu anche grazie a questi studi che nel 1908 il presidente Teddy Roosvelt decise di istituire il Grand Canyon National Monument, poi trasformato in National Park nel 1919.

North Rim e South Rim le due sezioni del Grand Canyon National Park

Il North Rim a nord, meno visitato e più selvaggio, offre viste tranquille del canyon. Le strutture del North Rim sono aperte da metà maggio fino a metà ottobre.

Il South Rim è accessibile da sud, in mezzo scorre il Colorado e nel parco non ci sono ponti carrabili. E’ aperto tutto l’anno e spesso molto affollato, aspettatevi di non trovare facilmente un parcheggio se arrivate dopo le 10 del mattino.

I due ingressi sono separati un canyon lungo 446 km e anche se la larghezza media del canyon è di soli 16 chilometri, ci vogliono cinque ore di auto e 354 km per andare da un ingresso all’altro.

Qui potete trovare una pubblicazione in italiano piena di informazioni che vi aiuterà a pianificare il vostro viaggio. E’ edita dall’ente che gestisce il parco (NPS) ed è gratuita. Cliccate qui per scaricare il PDF.

La terza sezione del parco: il West Rim

Negli ultimi anni sta diventando popolare anche l’ingresso ovest del Grand Canyon, grazie alla vicinanza a Las Vegas, che si sposa bene con i popolarissimi day tour.

Il posto è sicuramente bello, ma non è come andare a South o North Rim. Il canyon è meno profondo e per contro il fiume Colorado si vede facilmente, ma è un’esperienza diversa rispetto alla visita del Grand Canyon National Park.

Il Grand Canyon West inoltre non fa “ufficialmente” parte del Grand Canyon National Park. Questa porzione di Canyon è amministrata dagli indiani Hualapai, che vivono nella riserva e si occupano di riscuotere il biglietto. Se avete più tempo visitate l’originale, se siete invece siete di fretta godetevi questo tour di un giorno.

Come arrivare al Grand Canyon in Arizona

Al Grand Canyon non ci si arriva per caso, diciamo che il posto è un po’ fuori mano e bisogna proprio programmare di andarci. Non ci sono linee ferroviarie che colleghino il parco e, salvo che decidiate di scendere il fiume Colorado in canoa o facendo rafting, ci potete arrivare solo in auto.

L’aeroporto più vicino al Grand Canyon è quello di Las Vegas (LAX), dove potete noleggiare un’auto. Se siete proprio di fretta potete anche prendere un aereo da Boulder City, Nevada, nei pressi di Las Vegas fino al Grand Canyon Airport a Tusayan, Arizona.

Come arrivare all’ingresso North Rim del Parco Nazionale del Grand Canyon

  • Las Vegas: Las Vegas è anche la città con l’aeroporto più prossimo al Parco. L’ingresso più vicino è il North Rim, ma in genere i visitatori si concentrano sul South Rim. Per arrivare al Grand Canyon Village da Las Vegas, occorrono circa 5 ore per percorrere circa 490 chilometri. Da Las Vegas si imbocca la US-93 sud fino alla I-40. Al bivio imboccare I-40 est fino alla US-64, da seguire in direzione Nord fino al South Rim.
  • Los Angeles: Los Angeles dista 800 chilometri, un bel tiro! Da Los Angeles imboccare I-15 est fino alla I-40. Proseguire sulla I-40 in direzione est fino alla US-64, al bivio imboccare poi la US-64 in direzione nord fino al South Rim.
  • Monument Valley: L’ingresso orientale del Grand Canyon è abbastanza vicino alla Monument Valley, solo 2 ore e mezza di auto e 260 chilometri. Dalla Monument Valley imboccare la US-163 in direzione sud e seguirla fino a Kayenta. Da Kayenta seguire la US-160 in direzione ovest fino all’incrocio con la US-89. Proseguire poi in direzione sud sulla US-89 fino a Cameron e al bivio imboccare poi la AZ-64 in direzione ovest fino al Village. La strada è molto panoramica e permette numerosi punti di sosta. Consigliatissima!
  • Page: Se state visitando Antelope Canyon o Horseshoe Bend, potete raggiungere il South Rim da Page in circa due ore percorrendo 195 chilometri. Da page imboccate la Indian Route 20 e seguite poi Coppermine Road fino alla US-89. Imboccate la US-89 in direzione sud fino a Cameron e al bivio imboccare poi la AZ-64 in direzione ovest fino al Village. Come già detto la strada è molto panoramica e consigliatissima!

Come arrivare all’ingresso South Rim del Parco Nazionale del Grand Canyon

  • Las Vegas: 4 ore e mezza e 430 chilometri. Come già detto Las Vegas è anche la città con l’aeroporto più prossimo al Parco. Da Las Vegas imboccare la I-15 in direzione nord fino all’uscita 16 per entrare in UT-9 E/W State St. verso Hurricane. Imboccare poi la prendi UT-59 S/E che diventerà 389. Arrivati Fredonia, proseguire sulla 89/A e al bivio con la US-67 seguire quest’ultima in direzione sud fino all’ingresso del Grand Canyon National Park.
  • Page: l’ingresso nord dista circa 200 chilometri e due ore e mezza. Da page imboccare la US-89 in direzione sud e seguirla fino al bivio con la SU-89A da imboccare in direzione nord, per il Marble Canyon, che potete visitare lungo la strada. Al bivio con la US-67 seguire quest’ultima in direzione sud fino all’ingresso del parco.
  • Monument Valley: raggiungete Page e seguite le indicazioni sopra riportate
  • Los Angeles: raggiungete Las Vegas e poi seguite le indicazioni sopra riportate
Escursione nel Grand Canyon
Vista del Grand Canyon National Park

Navette da e per il Grand Canyon

Groome Transportation che era Arizona Shuttle fornisce un servizio di navetta tra Flagstaff ed il Grand Canyon, con opzioni anche da altre città.

Trans Canyon Shuttle opera con viaggi giornalieri tra il North Rim e South Rim da metà Maggio
a metà Ottobre. In bassa stagione dal 16 Ottobre al 15 Novembre bisogna prima chiamare per avere conferma.

Il N.P.S. gestisce un bus navetta tra Tusayan e il Grand Canyon, in modo che i visitatori che dormono al di fuori del parco possano comodamente lasciare la macchina in un parcheggio all’esterno e raggiungere il Canyon in navetta.

Navette all’interno del Parco – trasporto sostenibile

Escursione nel Grand Canyon

Elenco dei bus navetta in funzione e loro percorso. Alcuni nomi sono onomatopeici.

Percorso Village (Blu) – Tutto l’anno, dalle 4:00 alle 23:00, 50 minuti andata e ritorno.

Un anello che collega il Terminal Bus Shuttle del Visitor Center con lodge, campeggi, il Backcountry Information Center e Market Plaza (mercato, bancomat all’aperto e ufficio postale).

Percorso Kaibab Rim (arancione) – Tutto l’anno, dalle 4:00 a 20 minuti dopo il tramonto, 50 minuti andata e ritorno.

In direzione est dal Terminal delle navette del Visitor Center, South Kaibab Trailhead, Yaki Point e Pipe Creek Overlook, quindi torna al Visitor Center. In direzione ovest dal Terminal delle navette del Visitor Center, Mather Point, Museo Yavapai. Quindi ritorna al Terminal Bus Navetta Visitor Center.

Hermit Road (rosso) – fino al 30 novembre, dalle 4:00 fino a 30 minuti dopo il tramonto, 80 minuti andata e ritorno.

Dallo svincolo di Hermit Road, sul lato ovest del Village Historic District lungo strada panoramica di 11 km con viste spettacolari sul Grand Canyon. Potete scendere ai vari punti panoramici. In alta stagione non si può percorrere la strada con la propria auto.

Navetta Express per escursionisti – Tutto l’anno. Un autobus mattutino con servizio dal Grand Canyon Village al South Kaibab Trailhead.

Tusayan (viola) – Da maggio a settembre, non garantito nelle altre stagioni, dalle 8:00 alle 21:30, 40 minuti andata e ritorno.

Da Tusayan, dove fa quattro fermate, al Visitor Center del South Rim all’interno del parco e ritorno. Gli autobus passano ogni 20 minuti. Una valida opzione per chi vuole risparmiare qualcosa e dorme fuori dal parco.

Escursione nel Grand Canyon

Biglietto d’ingresso e prenotazioni

Il biglietto d’ingresso al Grand Canyon National Park costa 35 dollari a veicolo e vale per tutti gli occupanti del veicolo (fino a 15!) per una settimana. Le moto pagano 30 dollari ed i pedoni 20 dollari.

Se visitate più di un parco considerate di acquistare il pass annuale “America The Beautiful” che costa 80 dollari e garantisce l’accesso a quasi tutti i parchi gestiti dal National Park Service. Il pass è valido per il proprietario e per altre 3 persone a bordo dello stesso veicolo (esclusi i minori di 15 anni per i quali l’ingresso è sempre gratuito). Ecco un documento con tutte le aree ed i parchi che è possibile visitare sfruttando la tessera dei parchi.

La tessera può essere acquistata all’ingresso del primo parco visitato oppure online al USGS online store, cosa che personalmente sconsiglio, visti i tempi di spedizione ed i possibili intoppi nelle spedizioni internazionali (non si può fare il download).

Biglietterie automatiche

Visto il notevole afflusso al parco, per evitare intasamenti agli ingressi del parco, sono state istituite delle biglietterie automatiche, presso il cinema IMAX di Tuyasan, la stazione di servizio Chevron di Valle (AZ) ed il centro visitatori di Williams. Inoltre ci sono diversi concessionari nella zona che effettuano il servizio di prevendita. Le biglietterie automatiche non accettano contanti, solo carte.

Biglietti online

I biglietti di accesso al parco possono anche essere acquistati online in anticipo, agli stessi prezzi delle biglietterie fisiche. Per farlo potete collegarvi a questa pagina e poi scaricare il pass in formato .pdf.

Il consiglio è di fare il download per tempo e possibilmente stampare il biglietto, visto che la connessione nel parco non è assicurata.

Giorni con ingresso gratuito

L’ingresso al parco è gratuito in questi giorni:

  • Festa dedicata a Martin Luther King, Jr.
  • Primo giorno del National Park Week
  • Anniversario del Great American Outdoors Act
  • Giornata nazionale del suolo pubblico (National Public Lands Day)
  • Giornata dei Veterani

Orari e chiusure del Parco Nazionale del Grand Canyon

Il South Rim è aperto tutto l’anno 24 ore su 24, mentre il North Rim durante l’inverno è chiuso. In dettaglio, durante il mese di novembre il North Rim è aperto dall’alba al tramonto, mentre è completamente chiuso dal 1° di dicembre al 14 maggio. Durante il periodo di apertura anche il Grand Canyon North Rim è aperto 24 ore su 24.

Che tempo fa nel grand Canyon?

Il clima nel Grand Canyon è vario, ma in genere presenta inverni freddi ed estati miti e piacevoli, umidità moderata ed escursione termica elevata tra il giorno e la notte, più accentuata man mano che si sale di quota. La parte inferiore del Canyon, verso il letto del fiume, presenta temperature più elevate, estati calde e secche ed inverni freschi e umidi.

Qui di seguito il grafico delle temperature a South Rim. Se vi avventurate in un sentiero del parco, man mano che scenderete, aspettatevi temperature più calde e clima secco.

Temperature a Grand Canyon South Rim - escursione giornaliera
Temperature a Grand Canyon South Rim – escursione giornaliera a livello strada

Dove mangiare dentro e fuori dal Parco

Per sapere dove mangiare vedi anche la cartina.

All’interno del Grand Canyon è possibile consumare i pasti all’interno dei lodge, nelle caffetterie e in alcuni di punti di sosta e panoramici del parco.

Mangiare nel Grand Canyon

Ci sono ristoranti e negozi al Grand Canyon Visitor Center, al Grand Canyon Village e a Market Plaza e a Desert View.

Alla fine del sentiero panoramico che porta ad Hermits Rest, durante la stagione è possibile consumare spuntini o bere qualcosa.

Ci sono ristoranti al Village, a Market Plaza, al Visitor Center e a Desert View. Sui sentieri non sono disponibili servizi di ristorazione. Un unica eccezione è rappresentata da Phantom Ranch, situato vicino al Colorado, con oltre 1.200 metri di dislivello in discesa e raggiungibile con i sentieri Bright Angel Trail e South Kaibab Trail.

Cibo da asporto è disponibile Note about dining: a The Fountain at Bright Angel Lodge and Hermit’s Rest Snack Bar. Fred Harvey Tavern, Fred Harvey Burger, Maswik Food Court, e Arizona Steakhouse sono aperti solo per consumo sul posto. Se non volete restare senza cena, prenotate.

Mangiare fuori dal Grand Canyon

Ovviamente potete mangiare fuori dal parco. Il posto più vicino è Tusayan, a circa 10 km dal Village, dove troverete un po’ di tutto, dal fast food al gourmet. Se andate invece in direzione est il posto più vicino è Cameron, che non è una metropoli e che dista 50 km dal Village e circa 40 da Desert View, (da 25 a 45 minuti a seconda del traffico).

Escursione nel Grand Canyon
Uno sguardo sul Grand Canyon

Dove dormire dentro e fuori il Grand Canyon National Park

All’interno del Parco potete alloggiare in uno dei lodge gestiti dai concessionari. Fate attenzione perché la disponibilità si esaurisce presto!

South Rim

Bright Angel Lodge, El Tovar Hotel, Kachina Lodge, Thunderbird Lodge e Maswik Lodge che si trovano nell’Historic District e sono gestiti da Xanterra (prenotazioni qui).

Yavapai Lodge e Trailer Village RV Park, gestiti da Delaware North (prenotazioni qui)

North Rim

Grand Canyon Lodge, gestito da Aramark (prenotazioni qui)

Camping nel Grand Canyon

Per campeggiare dentro al canyon (intendo scendendo davvero nel canyon) occore farsi rilasciare un permesso. Il permesso si può ottenere di persona al Centro Informazioni Backcountry oppure online.

I campeggi autorizzati sono Indian Garden Campground, lungo il Bright Angel Trail ed il Bright Angel Campground, situato sul lato nord del fiume Colorado a Phantom Ranch.

Fuori dal Parco

Fuori dal parco il posto più vicino al South Rim è Tusayan a 11 km dal Visitor Center, servito anche dalla Navetta Viola.

Più lontano, verso sud ci sono le cittadine Valle – 50km, Red Lake – 60km, Williams – 100km e Flagstaff -130km. Verso est ci sono Cameron e Tuba City, rispettivamente 48 e 85 km da Desert View e ancora Flagstaff a 120km.

Verso il North Rim del Grand Canyon National Park le possibilità sono limitate, programmate per tempo.

Visite ed escursioni nel parco

Escursione fino al Colorado

L’escursionismo è uno dei modi più gratificanti per visitare il Grand Canyon ed è anche il più impegnativo. L’escursione fino al Colorado, che permette di raggiungere anche Phantom Ranch, è di circa 12 chilometri se si percorre il South Kaibab Trail (il tempo medio di percorrenza è di 4-5 ore in discesa). I chilometri diventano 16 se si percorre il Bright Angel Trail (il tempo medio di percorrenza in discesa è di 4-6 ore, il tempo medio di percorrenza in salita è di 6 -10 ore).

Una buona regola pratica è che per ogni ora che ci impiegate a scendere, ce ne vorranno due per salire. Le temperature estive possono superare i 45° C, mentre le condizioni invernali possono essere gelide.

Se fate un’escursione e volete portarne un bel ricordo, partite preparati!

Se non ti bastano queste escursioni, puoi provare il Tour in Elicottero del Grand Canyon (se vedi altri tour in elicottero, controlla il luogo di partenza, molti partono dal West Rim, che si trova da un’altra parte rispetto al Parco vero e proprio.

Bright Angel Trail - Panorama a Plateau Point
Bright Angel Trail – Panorama a Plateau Point

Bright Angel Trail

Il Bright Angel Trail è il sentiero escursionistico più popolare del parco. Questa popolarità è dovuta sicuramente al fatto che l’imbocco del sentiero si trova nella zona del Village, che è una delle più frequentate.

Il sentiero è largo e ben tenuto ed è in apparenza molto facile. Il panorama favoloso ed il fatto che sia in discesa aiuta a perdere il conto dei chilometri. Meglio ricordarsi sempre che la parte più impegnativa è il ritorno.

La maggior parte del dislivello, in discesa, si concentra nei primi 6 chilometri, che si superano grazie a numerosi tornanti. Il sentiero diventa più pianeggiante man mano che ci si avvicina Indian Garden, a 7,2 km e oltre 900 metri di dislivello. Se non vi basta potete proseguire fino a Plateau Point, a circa 2 chilometri e mezzo, da dove si vede finalmente il Colorado.

In estate il sentiero è molto impegnativo e se non siete allenati non lasciatevi prendere dall’entusiasmo. Sul sentiero ci sono punti d’acqua e servizi igienici ogni 2-3 chilometri, ma portate comunque dell’acqua.

Lungo il sentiero compare sempre questa scritta:

Non siete obbligati a scendere, ma siete obbligati a risalire..
Bright Angel Trail - Panorama con vista del sentiero in discesa
Bright Angel Trail – Panorama con vista del sentiero in discesa

In questo articolo ci sono un po’ di fotografie del mitico Bright Angel trail che tanti percorrono a dorso di mulo, ma che “coraggiosamente” abbiamo affrontato con le nostre gambe.

Se non avete paura della fatica lo consiglio vivamente, considerate che sono circa 20km andata e ritorno, con 940 metri di dislivello fino a Plateau Point. Sono 30 km per arrivare a Bright Angel Campground. Una persona non troppo allenata può metterci dalle 9 alle 12 ore andata e ritorno, quelli più in forma 5-6 ore. Lo so, si può fare anche in meno tempo, ma siete al Grand Canyon anche per godervi il panorama, no?

South Kaibab Trail

Il South Kaibab Trail è un sentiero panoramico che scende nel Canyon e permette di arrivare fino al fiume Colorado, esattamente nello stesso punto di arrivo del Bright Angel Trail, al quale si unisce, ma solo oltre il fiume Colorado. Si parte dal South Kaibabi Trailhead, a est del Visitor Center e raggiungibile con la navetta arancio.

Il percorso offre un panorama più aperto di qualsiasi altro sentiero nel Parco. La linea di discesa segue infatti la cresta del crinale, proprio per questo motivo è difficile trovare zone in ombra e non c’è acqua.

La discesa fino al fiume è più corta, ma per contro c’è più dislivello. Pianificate con cura e soprattutto in estate contate di portare molta acqua. In tutto sono 11 chilometri fino a Bright Angel Campground e 1430 metri di dislivello.

South Kaibab Trail
South Kaibab Trail

North Kaibab Trail

North Kaibab Trail scende dal North Rim ed è il sentiero più lungo del Parco, oltre 40 km andata e ritorno con 750 metri di dislivello. Un’avventura che difficilmente porterete a termine in un giorno. La partenza da una zona ad altitudine molto più elevata rispetto ai sentieri del South Rim, vi permetterà di attraversare quasi tutti gli ecosistemi che potete trovare tra il Canada e il Messico. Un viaggio nel viaggio, ma solo per esperti. In alternativa ne potete fare un pezzo in base al tempo a disposizione.

Tantissime informazioni sui sentieri potete trovarle in questo PDF.

Escursione coi muli

Le escursioni coi muli che conducono nelle parti più intime del parco partendo dal South Rim sono organizzate dai Grand Canyon National Park Lodges (303-297-2757), potete trovare info e prenotare da qui.

Dall 15 maggio al 15 ottobre ci sono escursioni coi muli che partono anche dal North rim, anche se queste non arrivano fino in fondo al canyon. Per prenotare queste escursione chiamare Grand Canyon Trail Rides (435) 679-8665, potete anche trovare info e prenotare da questa pagina.

Navigare sul fiume Colorado nel Grand Canyon

Solo a titolo informativo chi fosse interessato a navigare il Colorado all’interno del Grand Canyon può visitare questa pagina.

Punti panoramici del grand Canyon

Arrivati nel Parco al Visitor’s Center potete cominciare la vostra escursione nel Grand Canyon visitando la Hermit Road, chiusa al traffico dal 1 marzo al 30 novembre ed accessibile con navetta gratuita. Sono 11 chilometri con 9 punti panoramici e relative fermate della navetta, ognuno con la possibilità di scattare qualche bella fotografia e fare una breve passeggiata.

Un sentiero pedonale corre lungo tutto il bordo del Grand Canyon e potete percorrere dei tratti a piedi. Quasi ovunque è possibile sporgersi o scendere fin sul bordo, a picco sulle pareti verticali. Durante la vostra escursione nel Grand Canyon vedrete persone correre rischi inenarrabili per uno scatto d’effetto. Fortunatamente gli incidenti sono meno di quello che potreste pensare, ma non sfidate la sorte.

Mappa dei punti panoramici del Grand Canyon e dove mangiare

Apri il menu cliccando sul simbolo della mappa in alto, a sinistra dell’avatar e attiva – o disattiva – i vari raggruppamenti selezionando o deselezionando la casella (vedi questo breve video per un descrizione su come funziona la mappa).

Escursione nel Grand Canyon

Mappa dei Parchi degli Stati Uniti Sud Ovest con itinerario

Qui di seguito un breve video sull’utilizzo della mappa con le sue varie funzioni di itinerario.

Letture Consigliate per un Viaggio negli Stati Uniti

Una passeggiata nei boschi di Bill Bryson. A quarantaquattro anni Bill Bryson, in compagnia di un amico, decisamente sovrappeso e fuori forma, si cimenta nell’impresa di percorrere il leggendario Appalachian Trail, 3400 chilometri che tagliano gli Stati Uniti da Nord a Sud. Un’avventura tra il comico e l’epico nella natura degli USA.

Le strade per Quoz. Cos’è un quoz? Un pizzico d’insolito, una manciata di imprevedibilità, un cucchiaio di casualità, due pugni di imprevisto ed una buona dose di curiosità. I Quoz sono oggetti, paesaggi, accadimenti, ma soprattutto persone, incontri che fai lungo strada e che si trasformano in un ricordo. Il Quoz è tutto quello che resta una volta tornati a casa. 

Sulla strada di John Kerouac. Sal Paradise, un giovane newyorkese con il sogno di diventare scrittore, incontra Dean, appena uscito dal riformatorio. Insiemoe girano l’America sfidando le regole ed il comune buon senso. Pubblicato, come il successivo “i Vagabondi del Dharma“, verso la fine degli anni 50, è il manifesto della beat generation ed un icona della letteratura di viaggio. Per un viaggio “on the road2 sono il massimo:

Puoi trovare queste di lettura nel mio articolo: 20 libri (e oltre) per la tua vacanza negli Stati Uniti

Escursione nel Grand Canyon

Faq Parco Nazionale del Grand Canyon

Posso usare il mio cellulare nel Parco del Grand Canyon?

La copertura cellulare nel Grand Canyon è scarsa. Al di fuori dei Visitor Center e dei lodge, soprattutto se vi allontanate dalla strada la copertura può essere assente. Lungo la strada per molti operatori funziona la linea telefonica, ma difficilmente la linea dati dà risposte soddisfacenti. E’ allo studio l’installazione di nuove torri di comunicazione all’interno del parco, ma data la morfologia e la vastità non ci sono previsioni sulle tempistiche nelle varie aree.

C’è il Wi-Fi nel Parco

A South Rim: a Canyon Village Market Deli c’è Wi-Fi pubblico gratuito dalle 8:00 alle 18:00. A Yavapai Lodge c’è Wi-Fi pubblico gratuito nella lounge. In tutto il parco la connessione è lenta e la banda è limitata, quindi non aspettatevi di far molto di più che consultare l’email. A North Rim c’è WiFi pubblico gratuito al General Store (Camper Store) situato all’ingresso del Campeggio North Rim.

Qual è il periodo migliore per visitare il Grand Canyon?

Il parco è visitabile tutto l’anno. I mesi primaverili, estivi e autunnali sono i più affollati. I periodi con minor afflusso sono l’inizio della primavera o il tardo autunno. Il South Rim è aperto tutto l’anno, ma forti nevicate chiudono la strada per il North Rim da fine ottobre a metà maggio.

E’ difficile fare un’escursione nel Grand Canyon?

A differenza delle escursioni in montagna, i sentieri del Grand Canyon prevedono prima la discesa e poi una faticosa risalita. Informatevi sempre bene sui tempi di percorrenza e portate molta acqua, soprattutto in estate. A livello tecnico non ci sono difficoltà particolari ed i sentieri più popolari sono ben tracciati.

Ho bisogno di un permesso per fare un’escursione nel Grand Canyon?

Per le escursioni in giornata non sono richiesti permessi, ma è necessario ottenere un permesso se si prevede di campeggiare la notte.

Occorre prenotare il pernottamento nel Grand Canyon?

Assolutamente si, salvo che il periodo sia proprio fuori stagione. I posti letto sia all’interno che all’esterno del Parco Nazionale del Grand Canyon si esauriscono in fretta ed è meglio prenotare con largo anticipo.

Dove si trova il Grand Canyon?

Il Grand Canyon si trova nella parte settentrionale dell’Arizona, nel Sud Ovest degli Stati Uniti. Dista circa 367 km da Las Vegas, 893 km da Los Angeles, 1135 da Denver e 850 km da Salt Lake City.

Quanto tempo ci vuole per visitare il Grand Canyon National Park?

Puoi vedere il panorama del Grand Canyon in un giorno, ma se vuoi vedere tutti i punti panoramici e percorrere qualche sentiero devi almeno fermarti un paio di giorni.

Come si arriva da New York al Grand Canyon?

Il metodo più veloce per arrivare al Grand Canyon da New York, come da qualsiasi città degli USA, è volare su Flagstaff o Las Vegas. Da Flagstaff ci sono parecchi autobus che portano direttamente al Grand Canyon (vedi il paragrafo dedicato). Las Vegas è più distante, ma ci sono tour con il bus in giornata fino al West Rim, che però è una zona marginale del Canyon. Sconsiglio i tour in giornata da Las Vegas al South Rim o al North Rim: sono massacranti e poco godibili. Nel caso vogliate raggiungere il cuore del Grand Canyon consiglio di noleggiare un’auto e di fare la gita in almeno in due giorni.

Dove dormire tra Grand Canyon e Monument Valley?

L’itinerario consigliato se non si hanno problemi di tempo è quello di raggiungere e sostare a Page, sfruttando l’occasione per visitare altre due meraviglie: Antelope Canyon e Horseshoe Bend. A Page (212 km da Grand Canyon e 194 da Monument Valley) ci sono molti hotel e campeggi nelle vicinanze. Per coloro che hanno fretta è possibile dormire a Kayenta (246 km dal Grand Canyon e 35 km da Monument Valley) o a Cameron ( 88 Km da Grand Canyon e 190 km da Monument Valley), con possibilità di alloggio un po’ più limitate, da programmare in anticipo.

Scopri tutto quello che puoi vedere negli USA

Prima di tutto non dimenticare il bagaglio: dai un’occhiata a cosa mettere in valigia: la lista da stampare per il viaggio perfetto. Puoi anche stamparla e compilarla offline! Non restare senza connessione, acquista una eSIM con traffico dati per gli USA. Non dimenticare un buon libro!

Prima di partire puoi rinfrescarti le idee su cosa fare prima di partire per gli USA o, se non ci sei mai stato, farti un’idea su cosa mangiare per sopravvivere alla cucina degli States.

Se la destinazione è New York leggi prima di tutto le FAQ su New York: 50 e più domande sulla Grande Mela. Puoi scoprire come muoverti in città con la metropolitana di New York oppure a piedi, in taxi o autobus. Ma se le preferenze sono per la costa dell’ovest, vedi cosa fare e quando andare Seattle, con un itinerario di uno o più giorni nella città di Smeraldo e da qui scendere fino a San Francisco e Los Angeles.

Se ti rimane del tempo puoi anche fare una capatina a Las Vegas, la capitale dei matrimoni (sposarsi qui è facile, anche per finta!).

Non ti piacciono le città?

Se cerchi un’avventura più a contatto con la natura, leggi cosa puoi fare nei Parchi dell’Ovest, ad esempio nel Parco Nazionale Zion o nella Monument Valley  Scopri i luoghi migliori per un selfie ad Horseshoe Bend oppure per fotografare il Bryce Canyon. Per alcuni di questi parchi è richiesta una prenotazione, scopri quali!

Un’altra meta imperdibile è il favoloso Parco di Yellowstone, con la sua natura, i bisonti, gli orsi ed i lupi. Ti propongo un paio di itinerari: da Seattle a Yellowstoneattraverso gli stati di Washington e del Montana, oppure un itinerario che comprende Yellowstone, il Colorado ed il Wyoming con partenza e arrivo a Denver.

Se hai voglia di sperimentare un’avventura puoi provare ad affrontare un viaggio in Alaska in auto, imbarcarti in una crociera nell’Inside Passage dell’Alaska o addirittura salire su un idrovolante e raggiungere Khutzeymateen il Santuario degli Orsi in Canada, un’avventura eccezionale in una natura selvaggia.

Ciao, a presto!

Ti piace l'articolo?

Dal Blog

Max
Maxhttps://www.massimobasso.com
Massimo Basso le mie passioni sono stare all'aria aperta, viaggiare, scoprire luoghi nuovi, conoscere persone ed abitudini, osservare la Natura e, quando posso, fare qualche bella fotografia. Le foto (se riportano la mia firma) sono mie e non sono riproducibili senza consenso.

Ti possono interessare?