26.1 C
Tollegno
mercoledì, Giugno 29, 2022
apri un blog di viaggi da zero

Horseshoe Bend, quando andare e cosa fare

Stati UnitiHorseshoe Bend, quando andare e cosa fare

Come organizzare una vista ad Horseshoe Bend e quanto costa

Horseshoe Bend in Arizona è diventata negli ultimi anni una destinazione imperdibile per chi viaggia nei parchi dell’Ovest degli Stati Uniti. Tutti hanno visto questo posto in foto su Instagram, ma sapete dov’è?

In questo articolo ho riassunto tutte le informazioni per programmare al meglio la visita, possibilità alternative, soggiorni e un paio di consigli in tema di fotografie. Non rimane che partire e godersi una fantastica gita.

Prima di partire per gli Stati Uniti assicurati di non restare senza connessione, acquista una eSIM con traffico dati a prezzo fisso!

Informazioni su Horseshoe Bend

Horseshoe Bend è un’ansa del fiume Colorado a forma di ferro di cavallo (in inglese Horseshoe) che si trova a pochi chilometri da Page, in Arizona, vicinissima all’Antelope Canyon, a valle della diga di Glen Canyon e del lago Powell. Insomma in questi paraggi non mancano le cosa da vedere.

Questa è la curva (bend) più famosa degli Stati Uniti. Ce ne sono altre nei dintorni, meno famose, ma anche meno affollate, come ad esempio DeadHorse Point vicino al parco degli Arches o Gooseneck State Park “vicino” alla Monument Valley, in zona, ma raggiungibili in maniera mooolto meno agevole.

Potete comodamente arrivarci da Las Vegas, magari anche in giornata, ma in genere si abbina una gita al già citato Antelope Canyon, altrettanto spettacolare e fotogenico.

Tempo di lettura stimato: 12 minuti

Horseshoe Bend, vista classica
Horseshoe Bend, vista classica

Perché visitare Horseshoe bend

Quando arrivi a Horseshoe Bend per la prima volta e ti sporgi, ti manca il fiato. Ho dovuto fare ricorso a tutto il mio autocontrollo per avvicinarmi al bordo e scattare le fotografie.

L’avvicinamento dal parcheggio è di circa 1,2 chilometri ed io lo definirei breve e piacevole. In estate, sotto il sole cocente e con un fisico poco allenato, potrebbe diventare un po’ più complicato, quindi tenetene conto.

Solo a pochi anni fa non erano in molti a conoscere questo posto, tant’è che nella mia prima visita in questa zona ci sono passato accanto e non l’ho visitata. Horseshoe Bend è diventata invece famosa nell’epoca dei selfie e dei telefonini perché è ovviamente un posto molto fotogenico, tanto da divenire una delle fotografie più ricorrenti su Instagram.

Prima di partire compra una guida dei Parchi degli Stati Uniti (sono antico, ma la carta funziona ancora)

Trova qui la guida degli Stati Uniti Occidentali della Lonely Planet, ne esiste anche una specifica guida degli Stati Uniti Sudoccidentali. Qui trovi invece la guida Stati Uniti Orientali. Personalmente sconsiglio di prendere una guida che tratti tutti gli USA insieme, vista la vastità dell’argomento.

Informazioni sulla visita

Innanzitutto Horseshoe Bend non è un parco ne’ un monumento nazionale pertanto non è necessario pagare un biglietto d’ingresso. Anche se la visita è gratuita occorre però pagare il parcheggio, 10 dollari per camper ed auto, solo 5 per le moto.

Prima che il posto divenisse così famoso la visita non era regolamentata in nessun modo e non c’erano paratie o protezioni. Lungo la parte centrale del bordo del precipizio, nel 2018 sono state predisposte delle ringhiere, perché molte persone si spingevano un po’ troppo verso il bordo per fare il selfie perfetto, sfidando la sorte e mettendo in pericolo gli altri, tanto che in alcuni casi si sono verificati incidenti mortali. Esistono ancora zone che ne sono prive, per gli amanti del brivido, ma fate attenzione

Ovviamente il posto ha perso un po’ del suo aspetto originale e selvaggio, ma vi assicuro che ho visto fare insane acrobazie per procurarsi un selfie, forse un po’ di regolamentazione non è male. 

l pericolo non consiste tanto nello sporgersi o nel mettersi in posizioni potenzialmente pericolose, quanto nel fatto di poter essere urtati o spintonati da incauti vicini, specialmente nelle ore o nei giorni più affollati

Una classica inquadratura di ragazzi che si scattano foto con lo sfondo di Horseshoe Bend
Ragazzi in posa a Horseshoe Bend

Il periodo migliore per visitare Horseshoe Bend

Horseshoe Bend è visitabile tutto l’anno e le temperature non sono mai estreme, visto che l’attività richiesta non è estrema. Se si vogliono svolgere attività all’aperto il periodo ottimale va da aprile ad ottobre. Ovviamente nei mesi più caldi è più piacevole fare le discese lungo il fiume o i giri in elicottero, mentre i mesi meno caldi, aprile maggio, settembre e ottobre, ma anche marzo e novembre, sono consigliabili se si vogliono fare escursioni a piedi.

Temperature a Horseshoe Bend

Temperature a Horseshoe Bend - Page (escursione giornaliera)
Temperature a Horseshoe Bend – Page (escursione giornaliera)

Come e quando scattare una bella foto

Ebbene sì, alla fine ho ceduto anch’io e ho voluto scattare la mia HERO PICTURE, anche se devo dire che mi è costata un po’ di patema d’animo. Ma si sa, quando sei in ballo a volte ti lasci prendere..

Ovviamente la foto trae un po’ in inganno sul reale pericolo che non era così estremo.

Immagine di persona che spicca un salto apparentemente nel vuoto

Il posto migliore per una foto

Non esiste in realtà un posto migliore, la raccomandazione, specie se avete bambini con voi è di restare nella zona protetta e di appoggiarvi per fare una bella foto in sicurezza.

Ci sono zone dove le protezioni non esistono e possono essere colte angolazioni particolari, magari meno scontate ma più originali. Forse però quello che tutti vogliono è la classica inquadratura, quindi se c’è folla aspettate il vostro turno e .. clic, anzi clic, clic, clic, clic ecc.

L’orario migliore per fotografare l’Horseshoe Bend

Ovviamente è questione di gusti. L’illuminazione ottimale in estate si ha dalla tarda mattinata al primo pomeriggio, perché il sole è alto nel cielo ed illumina la scena in modo uniforme la scena senza ombre sulle rocce. Nelle altre stagioni un po’ di ombra c’è sempre. Il rovescio della medaglia è che in estate il cielo è di solito troppo chiaro, ma ok, bisogna rinunciare a qualcosa.

Le alternative sono l’alba. Il tramonto o le giornate un po’ nuvolose, anche se  durante queste ultime il cielo sarà un po’ colore del latte.

Anche dopo il tramonto si possono cogliere ottime opportunità: se devo dirla tutta vorrei scattare una foto di notte, sarà un obiettivo della prossima visita.

Solo un’ultima indicazione per i fotografi, un 24mm è al limite per inquadrare tutta la scena, col telefonino nessun problema.

Come arrivare a Horseshoe bend

Horseshoe Bend da Page

Se avete soggiornato a Page, Horseshoe Bend si trova a sud, sulla US 89, strada che porta a Bitter Springs e poi a Flagstaff. Uscendo da Page a sinistra in direzione opposta alla Glen Canyon Dam. A circa 7 Km dalla città occorre deviare sulla destra in corrispondenza delle indicazioni.

Tempo di percorrenza: meno di 10 minuti

Arrivare ad Horseshoe Bend dalla Monument Valley o da Antelope Canyon

Lasciando la Monument Valley, dovete imboccare US 163 S in direzione sud verso Kayenta e poi la US 160 w in direzione ovest verso Tuba City.  Occorre poi svoltare a destra sulla AZ 98 W in direzione ovest in direzione di Page, magari programmando una visita all’Antelope Canyon.

Da page seguite le indicazioni che ho dato sopra

Tempo di percorrenza: 2,5 ore

Dal Grand Canyon a Horseshoe Bend

Se vi state dirigendo a Page dopo aver visitato il Grand Canyon conviene imboccare la US 64 prima verso nord e poi verso est, visto che non esistono alternative. All’incrocio successivo occorre svoltare a sinistra sulla US 89 fino ad incrociare le indicazioni per l’Horseshoe Bend sulla sinistra.

Tempo di percorrenza: circa 3 ore.

Da Las Vegas all’Horseshoe Bend

Se arrivate da Las Vegas dovete percorrere la I15 fino all’uscita 16 ed imboccare la UT 59 che diventa poi 369  fino a Kanab. Occorre poi imboccare la già nota 89 in direzione di Page. Superata la grande diga Glen Canyon Dam, continuate verso sud sulla stessa strada per circa 7 km senza entrare a Page e troverete l’accesso per Horseshoe Bend sulla destra.

Vedi anche un tour organizzato per Antelope Canyon e horseshoe Bend

Tempo di percorrenza: circa 4,5 ore.

Dove dormire

La soluzione ideale è soggiornare a Page. La cittadina di Page non è esattamente quel che si dice una città turistica. La città è relativamente giovane, nata nel 1957 per ospitare i lavoratori addetti alla costruzione della diga del Glen Canyon, dopo che il Governo degli Stati Uniti aveva riacquistato il terreno dalla Nazione Navajo. Oggigiorno è famosa soprattutto per essere vicino ad Horseshoe Bend, ad Antelope Canyon ed alla Glen Canyon Dam Recreation Area, punto privilegiato di accesso a Lake Powell. Scusate se è poco..

Sono presenti in città molte catene famose, noi abbiamo dormito al Comfort Inn & Suites, anonimo, ma pulito, comodo e con un’ottima colazione. Un’altra buona soluzione è il Best Western View of Lake Powell Hotel, con splendida vista e ottima colazione calda a buffet.

Dove Mangiare

Il posto migliore in città è Big John’s Texas BBQ  al 153 di South Lake Powell Boulevard. Un posto molto caratteristico, superaffollato (COVID permettendo) e con un rapporto qualità prezzo unico.

Sedendosi alle tavolate esterne è possibile fare conoscenza della gente del luogo e intavolare qualche conversazione divertente, provando a scoprire qualcosa di più di questo paese.

E’ uno dei posti che ricordo sempre con piacere e che in occasione della prossima visita non mi perderò certamente.

Direttamente dal sito

Idee alternative per una visita ad Horseshoe Bend

Oltre alla classica passeggiata ci sono delle alternative più o meno avventurose per visitare Horseshoe Bend, anche se ovviamente sono tutte a pagamento.

Dal punto panoramico si osservano a volte piccole imbarcazioni lungo la curva del Colorado River, c’è qualcuno che preferisce vedere la scena dal basso, addentrandosi nel canyon. di solito la gita comprende una spiegazione della storia geologica e naturalistica di questo splendido angolo di mondo. Se avete tempo ne vale la pena

Vista di dettaglio di un particolare del canyon di Horseshoe Bend

Qualche suggerimento sulle attività

  • Volo in elicottero con vista panoramica, con prezzi a partire da circa 150 per una quindicina di minuti di volo effettivo. Clicca qui per una proposta
  • Volo in Aereo, di circa 30 minuti, con vista su Horseshoe Bend, ma anche su altri punti panoramici. Clicca qui per una proposta
  • Rafting, partendo da Page c’è la possibilità di navigare sul fiume, abbastanza tranquillamente scoprendo anche iscrizioni antiche ed altre curiosità in una gita di qualche ora. Clicca qui per una proposta di gita in sul fiume Colorado.
  • In canoa. Ci sono tours che partono da molte parti, con la possibilità anche di scendere il fiume fino al Grand Canyon con gonfiabili, Kayak e altri mezzi galleggianti

Insomma si può fare di tutto, per i più esigenti anche pescare..

Horseshoe Bend
Horseshoe Bend ed io

Faq Horseshoe Bend

Esiste un parcheggio gratuito a Horseshoe Bend?

Tutti i parcheggi sono a pagamento. Non c’è parcheggio neppure lungo l’autostrada 89! Attenzione: chi parcheggia lungo la I89 rischia la rimozione e la multa!

Quanto costa il parcheggio a Horseshoe Bend?

Il parcheggio ha i seguenti prezzi:
– Moto: 5$
– Veicoli privati: Auto, SUV, Camper ecc.: 10$
– Bus e Minibus commerciali da 35$ a 140$ (dipende dalle dimensioni)

Il parcheggio è comodo?

Quando arrivi, parcheggia sul lato vicino alle biglietterie, è più vicino al sentiero di accesso.

Ci sono servizi igienici a Horseshoe Bend?

Ci sono servizi igienici gratuiti disponibili sul lato sud del parcheggio, semplici, ma puliti. Non ci sono servizi igienici nei punti panoramici.

Serve una prenotazione per vistare Horseshoe Bend

Per la visita non serve alcuna prenotazione

Scopri tutto quello che puoi vedere negli USA

Prima di tutto non dimenticare il bagaglio: dai un’occhiata a cosa mettere in valigia: la lista da stampare per il viaggio perfetto. Puoi anche stamparla e compilarla offline! Non restare senza connessione, acquista una eSIM con traffico dati per gli USA. Non dimenticare un buon libro!

Prima di partire puoi rinfrescarti le idee su cosa fare prima di partire per gli USA o, se non ci sei mai stato, farti un’idea su cosa mangiare per sopravvivere alla cucina degli States.

Se la destinazione è New York puoi scoprire come muoverti in città con la metropolitana di New York oppure a piedi, in taxi o autobus. Ma se le preferenze sono per la costa dell’ovest, vedi cosa fare e quando andare Seattle, con un itinerario di uno o più giorni nella città di Smeraldo e da qui scendere fino a San Francisco e Los Angeles.

Se ti rimane del tempo puoi anche fare una capatina a Las Vegas, la capitale dei matrimoni(sposarsi qui è facile, anche per finta!).

Non ti piacciono le città?

Se cerchi un’avventura più a contatto con la natura, leggi cosa puoi fare nei Parchi dell’Ovest, ad esempio nel Parco Nazionale Zion o nella Monument Valley  Scopri i luoghi migliori per un selfie ad Horseshoe Bend oppure per fotografare il Bryce Canyon. Per alcuni di questi parchi è richiesta una prenotazione, scopri quali!

Un’altra meta imperdibile è il favoloso Parco di Yellowstone, con la sua natura, i bisonti, gli orsi ed i lupi. Ti propongo un paio di itinerari: da Seattle a Yellowstoneattraverso gli stati di Washington e del Montana, oppure un itinerario che comprende Yellowstone, il Colorado ed il Wyoming con partenza e arrivo a Denver.

Se hai voglia di sperimentare un’avventura puoi provare ad affrontare un viaggio in Alaska in auto, imbarcarti in una crociera nell’Inside Passage dell’Alaska o addirittura salire su un idrovolante e raggiungere Khutzeymateen il Santuario degli Orsi in Canada, un’avventura eccezionale in una natura selvaggia.

Ciao, a presto!

Iscriviti agli aggiornamenti

Notizie sugli articoli una volta al mese, qualche occasionale invio di notizie speciali e - prometto - niente spam.

Ovviamente il tuo indirizzo non sarà ceduto ad altri per iniziative di marketing.
La mailing list è gestita da MailerLite, il link per cancellarsi è presente in ogni invio

Ti piace l'articolo?

Max
Maxhttps://www.massimobasso.com
Massimo Basso le mie passioni sono stare all'aria aperta, viaggiare, scoprire luoghi nuovi, conoscere persone ed abitudini, osservare la Natura e, quando posso, fare qualche bella fotografia. Le foto (se riportano la mia firma) sono mie e non sono riproducibili senza consenso.

Da Leggere