A spasso nel  Parco dell’Appia Antica

In una fresca giornata di primavera – buongiorno a tutti – visito il Parco Regionale dell’Appia Antica, la regina delle vie dell’antica Roma. Intorno a tratti perfettamente conservati di questa strada, rovine di templi e tombe, pini marittimi e cipressi, resti di ville romane e dimore esclusive dei nostri giorni.

Una bici elettrica, utile su un selciato (il basolato romano) ricco di asperità, mi porta sui 17 km di un tracciato fortemente consigliabile, un vero museo all’aperto, un luogo unico al mondo dove la Storia si confonde con la natura.

Terminato il giro, un edificio religioso, quasi una cappella all’uscita del parco, attira la mia attenzione…si tratta della Chiesa del Domine Quo Vadis.

Parco dell'appia Antica e Chiesa del Domine Quo Vadis

Storia della Chiesa del Domine Quo Vadis

L’apostolo Pietro, fuggendo da Roma per evitare il martirio, si narra che in questo punto lungo l’Appia abbia incontrato Gesù diretto a Roma.

“Signore,dove vai?” (Domine Quo vadis?) – gli chiese Pietro – e Gesù rispose “vengo a Roma a farmi crocifiggere di nuovo”. Pietro, comprendendo il rimprovero per la Sua fuga, torno’ indietro nella capitale per affrontare il suo destino.

Il Signore scomparve ma, nello sparire, si dice che abbia lasciato impresse sulla pietra le sue impronte dei piedi. La tradizione attribuisce a questo episodio le orme impresse sulla pietra che tuttora è conservata nella Chiesa del Domine Quo Vadis.

chiesa del Domine Quo Vadis - Parco dell'Appia Antica
Chiesa del Domine Quo Vadis – Parco dell’Appia Antica – fotografia originale di Darold Massaro (modificata) CC BY-NC 2.0
Parco dell'appia Antica e Chiesa del Domine Quo Vadis
Parco dell'appia Antica e Chiesa del Domine Quo Vadis

Altri articoli e consigli sul tema Italia

Prima di tutto il bagaglio: dai un’occhiata a cosa mettere in valigia: la lista da stampare per il viaggio perfetto e parti senza lasciare nulla al caso.

Se sei in Piemonte parti con una visita alla Sacra di San Michele. Prosegui con le residenze reali come il Castello della Mandria e poi Palazzo Barolo e la Palazzina di caccia di Stupinigi nella splendida Torino, che in questo articolo ritraggo in notturna.

In vacanza in Romagna, non perderti le meraviglie di Ravenna, la capitale dei mosaici e già che ci sei visita anche la splendida Comacchio, una città sulla laguna senza le folle di Venezia.

Scopri le meraviglie del Nord Est. Parti da Verona e raggiungi i luoghi meno conosciuti delle Dolomiti: ti suggerisco alcuni itinerari per le vacanze in Agordino, anche per i più avventurosi.

Yi piace lo shopping? Unisci convenienza e natura: scopri su cosa fare a Livigno, la destinazione migliore per il duty free e quando andarci (consulta le FAQ).

Tuffati nella storia con l’articolo su Sovana terra di Papi, Regine ed invasori.

In Italia c’è sempre da fare!

Dal Blog

PARTI ADESSO

Sergio
Sergio

Soprannominato "Il Prof."

Single, 65 anni, ha studiato giurisprudenza all' Università degli Studi di Torino. Ex bancario, ama i viaggi e la cucina. Gli piace scoprire i borghi, le bellezze e le curiosità d'Italia: appena si presenta l'occasione, prende la valigia e va a conoscere posti nuovi.

Ti possono interessare?